Ministère de la culture Inrap

Stampa il programma

Select your region or print the program.

Scarica il programma come PDF

  • Campania
20 risultati
Campania, Avellino, AV

Museo Irpino

Corso Europa 254 83100 Avellino
Piazza de Marsico 83100 Avellino

http://www.museoirpino.it

Principale polo museale in provincia di Avellino, il Museo Irpino ha due sedi: una nella storica sede di Corso Europa e l'altra all'interno del Complesso monumentale del Carcere Borbonico.

Visita guidata

Detective del passato
Dopo una breve introduzione al mondo dell’archeologia, dei suoi metodi di studio e
interpretazione delle testimonianze archeologiche, si passerà alla simulazione di un vero scavo
archeologicoalla ricerca di tracce del passato!

Gratuito

Venerdì 17 giugno de 10:00 à 12:00

Bambini

Conferenza

Chiacchierata “archeologica“. AECLANUM E L'HIRPINIA ALLA FINE DELL'IMPERO ROMANO Girolamo Ferdinando De Simone - Ben Russell
L'archeologo G.F. De Simone mostrerà, attraverso le scoperte archeologiche degli ultimi anni,
come Aeclanum sia cambiata nel tempo, superando un terremoto ed un'eruzione, nell'ultima
fase dell'età romana.

Gratuito

Venerdì 17 giugno de 17:30 à 18:30

Adulti

Visita guidata

Tracce di colore
Le pitture rupestri sono la forma più antica di arte realizzata dall’uomo e sopravvissuta fino ai
giorni nostri. Venivano realizzate sulle pareti delle grotte e rappresentavano impronte di mani,
animali e scene di caccia. Ai nostri giovani visitatori il compito di trasformarsi in “pittori delle
caverne”.

Gratuito

Sabato 18 giugno de 10:00 à 12:00

Bambini

Conferenza

I muri raccontano. Vita pubblica e privata a Ercolano e Pompei
In occasione della chiusura dell'anno sociale dell'Accademia dei Dogliosi di Avellino in
collaborazione con l’Archeoclub di Avellino e l’Università del Tempo Libero, l'archeologo
Francesco Paolo Maulucci autore del volume “I muri raccontano. Segni e disegni dall’antica
Pompei”, edito dalla Delta3, racconterà la vita pubblica e privata ad Ercolano e Pompei

Gratuito

Sabato 18 giugno de 17:00 à 19:00

Famiglie, Adulti

Campania, Benevento, Benevento

Teatro Romano

Piazza Ponzio Telesino

www.angsacampania.it

L’attività di presentazione del Sito a disabili sensoriali e cognitivi è un’esperienza che ha come finalità di rendere l’arte accessibile e inclusiva. L’arte, infatti, oltre ad essere un potente mezzo di comunicazione, rappresenta un veicolo di emozioni e una modalità privilegiata di connessione tra le persone. A tal fine sono stati concepiti percorsi di fruizione del bene archeologico con attività mediate da educatori ed esperti. Le visite si struttureranno attraverso le seguenti attività: accoglienza, osservazione e narrazione dell’opera e della sua funzione, costruzione di una storia, esperienza sensoriale, laboratorio. I percorsi stimoleranno la capacità di osservare, di provare emozioni, di immaginare e fantasticare, con l’obiettivo di integrazione e fruizione dell’arte per tutti

Visita guidata

Percorso di visita al teatro romano
Educatori ed esperti accoglieranno il gruppo presso la biglietteria del teatro. Qui avrà inizio il percorso guidato. L'esperto narrerà la storia e la funzione del teatro stimolando l'osservazione e la collaborazione, in base alle abilità dei partecipanti. Seguirà un'esperienza sensoriale (tattile, uditiva, olfattiva). Ci sarà la possibilità di partecipare ad un laboratorio specifico per ogni abilità.

4.00 €

Domenica 19 giugno de 11:00 à 12:00 et de 16:00 à 17:00Sabato 18 giugno de 11:00 à 12:00 et de 16:00 à 17:00Venerdì 17 giugno de 11:00 à 12:00 et de 16:00 à 17:00

Qualunque pubblico

Scuole :

Elementari, Superiori

Accessibilità

Disabilità visiva, Disabilità uditiva, Disabilità mentale

Workshop

Laboratori tecnologie antiche
I laboratori avranno come oggetto le tecnologie in uso nell’antichità. I partecipanti potranno sperimentare la lavorazione dell’argilla, la tecnica dell’affresco, la fusione dei metalli, la tessitura con l’uso del telaio, la tintura della lana con elementi naturali.

5.00 €

Domenica 19 giugno de 12:00 à 13:00 et de 17:00 à 18:00Sabato 18 giugno de 12:00 à 13:00 et de 17:00 à 18:00Venerdì 17 giugno de 12:00 à 13:00 et de 17:00 à 18:00

Qualunque pubblico

Scuole :

Elementari, Medie, Superiori

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle, Disabilità uditiva, Disabilità mentale

Campania, Benevento, Montesarchio

Museo archeologico nazionale del Sannio caudino

Via Castello 82016 Montesarchio

https://museicampania.cultura.gov.it/

Venerdì 17 giugno un incontro-dibattito racconterà la storia di tre vasi per la prima volta esposti al pubblico

Conferenza

Le “stories di Caudium”: tre vasi dai depositi del Museo in mostra alle Giornate Europee dell’Archeologia
Venerdì 17 giugno alle 17.00 al Museo archeologico nazionale del Sannio Caudino un incontro-dibattito con gli archeologi Andrea Martelli, funzionario responsabile del settore tecnico e archeologico della SABAP di Caserta e Benevento, e Angela De Filippis, consulente per i Musei archeologici della Direzione regionale dei Musei Campania, che racconteranno la storia di tre vasi per la prima volta esposti al pubblico. Sarà l’occasione per proporre contemporaneamente ai visitatori e agli appassionati di storia e di archeologia, i reperti ritrovati nel territorio sannita, sul filone delle “stories di Caudium”, l’iniziativa che ha preso il via lo scorso 3 aprile con la quale il Museo, prendendo spunto dalle storie dei social network, apre le porte dei suoi depositi per mostrare i preziosi oggetti in essi custoditi.

2.00 €, Ci sono tariffe scontate

Venerdì 17 giugno de 17:00 à 19:00

Qualunque pubblico

Accessibilità

Disabilità uditiva

Campania, Benevento, Benevento

Area archeologica del Teatro romano di Benevento

Piazza Ponzio Telesino 82100 Benevento

https://museicampania.cultura.gov.it/

Per le Giornate Europee dell’Archeologia, venerdì 17, sabato 18 e domenica 19 giugno, tre incontri al Teatro romano di Benevento declinano, attraverso il racconto di una serie di esperienze, il tema dell’apertura dei luoghi della cultura e il recupero del valore identitario del complesso archeologico nel contesto della città.

Conferenza

Tre incontri al Teatro romano per le Giornate Europee dell’Archeologia
Per le Giornate Europee dell’Archeologia, l’Area archeologica del Teatro Romano di Benevento propone tre incontri, che declinano, attraverso il racconto di una serie di esperienze, il tema dell’apertura dei luoghi della cultura e il recupero del valore identitario del complesso archeologico nel contesto della città.
Venerdì 17 dalle 11.00 alle 13.00 Ferdinando Creta, già direttore del Teatro Romano si confronterà con gli archeologi SABAP di Caserta e Benevento, Simone Foresta e Andrea Martelli, in un incontro dal titolo “Racconti d’archeologia”, sull’attività di tutela e di promozione del territorio, con particolare riguardo agli scavi archeologici nel Sannio, ponendo l’accento sulle linee programmatiche del Ministero della Cultura per una gestione del patrimonio archeologico beneventano consapevole e partecipato.
Sabato 18 dalle 18.00 alle 19.30, Erminia Mazzone e Achille Mottola presenteranno il libro “La parola e il sorriso nel viaggio di Dante” con l’autrice Antonella Fusco.
Domenica 19 dalle 11.00 alle 13.00, l’architetto Alfredo Balasco e il direttore del Teatro di Benevento Giacomo Franzese terranno una conferenza su “Il Teatro Romano di Benevento: l’architettura”.

2.00 €, Ci sono tariffe scontate

Venerdì 17 giugno de 11:00 à 13:00 Sabato 18 giugno de 18:00 à 19:30 Domenica 19 giugno de 11:00 à 13:00

Qualunque pubblico

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle, Disabilità mentale

Campania, Caserta, Santa Maria Capua Vetere

Museo archeologico dell'antica Capua

48 Via Roberto D’Angiò 81055 Santa Maria Capua Vetere

Sabato 18 giugno al Museo archeologico dell'antica Capua per le Giornate Europee dell'Archeologia apertura straordinaria con laboratorio archeologico, esposizione d'arte e visita guidata alle collezioni

Circuito di scoperta

Giornate Europee dell’Archeologia al Museo archeologico dell’antica Capua
Sabato 18 giugno 2022, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, il Museo archeologico dell’antica Capua sarà aperto oltre il consueto orario fino alle ore 22.00 con un fitto porgramma ad accompagnare l’apertura straordinaria.
Dalle ore 17.00 alle ore 19.00 il Museo, in collaborazione con la Scuola Superiore Meridionale e la Soprintendenza ABAP di Caserta e Benevento, propone un laboratorio di archeologia per presentare i primi esiti della ricerca sui materiali provenienti dagli scavi 1993 del complesso archeologico noto come Officina dei Bronzi, sotto la direzione scientifica di Carlo Rescigno. I dottorandi della Scuola Superiore Meridionale Roberto Domenico Melfi, Vincenzo Tallura e Lorenzo Toscano esporranno i risultati ottenuti dalla ricerca e presenteranno una selezione preliminare dei reperti finora individuati durante la ricognizione dei depositi del Museo archeologico dell’antica Capua, quale testimonianza della famosa produzione di vasellame in bronzo nota come “Campana Supellex”. Alle 17.30, in collaborazione con il Lions Club di Santa Maria Capua Vetere, avrà luogo l’inaugurazione della mostra “Memorie dal Sottosuolo” di Gianni Pontillo. Citazioni dalla monumentalità delle città campane e la riproduzione in chiave contemporanea di reperti esposti nel Museo archeologico dell’antica Capua sono il frutto dell’elaborazione dell’artista e della sua visione dell’antichità, attraverso un sapiente uso del colore. La mostra resterà aperta fino a martedì 21 giugno 2022. Infine, alle ore 20.00 “Alla scoperta dell’antica Capua”, una visita guidata della durata di un’ora a cura de Le Nuvole.

Gratuito

Sabato 18 giugno de 17:00 à 19:00 (Laboratorio)Sabato 18 giugno de 17:30 à 20:00 (Inaugurazione mostra)Sabato 18 giugno de 19:00 à 22:00 (Apertura straordinaria)Sabato 18 giugno de 20:00 à 22:00 (Visita guidata)

Qualunque pubblico

Accessibilità

Disabilità visiva, Disabilità uditiva, Disabilità mentale

Campania, Caserta, Santa Maria Capua Vetere

Museo archeologico dell'antica Capua, Anfiteatro, Museo dei gladiatori e Mitreo

44 via Roberto D'Angiò 81055 Santa Maria Capua Vetere

Il museo, inaugurato nel 1995, ospita i laboratori di restauro, la ludoteca museale, sale espositive, sale conferenza, i depositi e gli uffici di direzione. L'Anfiteatro, che per importanza e dimensioni è secondo solo al Colosseo, è incluso in uno spazio verde in cui sono armonicamente inserite altre testimonianze della città romana: l’anfiteatro repubblicano, primo anfiteatro romano in muratura; l’edificio ottagonale di età imperiale, e il portico ellittico che circondava l’anfiteatro imperiale. Ospita il Museo dedicato ai gladiatori. Il Mitreo di Capua, datato alla fine del I sec. d.C. è ritenuto il più antico d’Occidente e uno dei più importanti luoghi mitraici.

Esposizione

Laboratorio di archeologia, Memorie dal Sottosuolo e visite guidate
Museo archeologico dell’antica Capua

Sabato 18 giugno 2022, dalle ore 17 alle ore 19, Laboratorio di archeologia
La Scuola Superiore Meridionale, con la Direzione regionale Musei Campania e la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Caserta e Benevento, presenta i primi esiti della ricerca, con la direzione scientifica del Prof. Carlo Rescigno, sui materiali provenienti dagli scavi 1993 del complesso archeologico noto come Officina dei Bronzi. I dottorandi della Scuola Superiore Meridionale Roberto Domenico Melfi, Vincenzo Tallura e Lorenzo Toscano, esporranno i risultati ottenuti dalla ricerca e presenteranno una selezione preliminare dei reperti finora individuati durante la ricognizione dei depositi del Museo archeologico dell’antica Capua, quali reperti ceramici e pittorici pertinenti la domus romana e una selezione dei materiali relativi all'Officina dei bronzi, quale testimonianza della famosa produzione di vasellame in bronzo nota come Campana Suppellex.

ore 17:30, inaugurazione della mostra “Memorie dal Sottosuolo” del maestro Gianni Pontillo.
La mostra, organizzata con la collaborazione dei Lions Club di Santa Maria Capua Vetere, si snoda nelle sale museali in stretto rapporto con la collezione archeologica, che esalta la percezione delle opere pittoriche.
Citazioni dalla monumentalità delle città campane e la riproduzione in chiave contemporanea di reperti esposti nel Museo archeologico dell’antica Capua sono il frutto dell’elaborazione dell’artista e la sua visione dell’Antichità attraversata da un sapiente uso del colore. Sarà presente una rappresentanza dei soci del Club Lions Napoli Host.
La mostra sarà visitabile fino alle ore 22:00 e resterà aperta fino a martedì 21 giugno 2022
Alle ore 20:00 visita di un’ora “Alla scoperta dell’antica Capua” a cura de Le Nuvole.

Gratuito

Sabato 18 giugno de 17:00 à 22:00

Qualunque pubblico

Accessibilità

Disabilità visiva, Disabilità mentale

Spettacolo

Saggio, concerto e visite guidate
Anfiteatro
Sabato 18 giugno 2022 ore 17:30, saggio finale dell’Accademia Musica e Arte “Vincenzo Vitale” convenzionata con il Conservatorio di Musica Statale “Giuseppe Martucci” di Salerno.
Gli allievi, distintisi in diverse manifestazioni nazionali, suoneranno musiche di Beethoven, Rossomandi, Czerny, Clementi e Chopin.
Domenica 19 giugno 2022, alle ore 17:00, all’Anfiteatro campano, concerto per Pianoforte a 4 mani con il Duo Martucci formato dai Maestri Sabatino Cante e Antonio Avagliano.
Alle ore 20:00 seguirà la visita di un’ora “Alla scoperta dell’antica Capua” a cura de Le Nuvole e, a partire dalle 21, si susseguiranno visite a cura dell’Archeoclub di Santa Maria Capua Vetere.

Gratuito

Domenica 19 giugno de 17:30 à 22:00 Sabato 18 giugno de 17:00 à 20:00

Qualunque pubblico

Accessibilità

Disabilità visiva, Disabilità mentale

Campania, Caserta, Santa Maria Capua Vetere

Anfiteatro campano

1860 Piazza I Ottobre 81055 Santa Maria Capua Vetere

https://museicampania.cultura.gov.it/

Sabato 18 e domenica 19 aperture straordinarie per le Giornate Europee dell'Archeologia con visite guidate e concerti nel sito archeologico

Spettacolo

Giornate Europee dell’Archeologia all’Anfiteatro Campano
Sabato 18 giugno 2022, in occasione delle Giornate Europee dell’Archeologia, l’Anfiteatro campano sarà aperto anche nel pomeriggio dalle 16.00 alle 20.00. Alle ore 17.30 gli allievi dell’Accademia Musica e Arte “Vincenzo Vitale”, convenzionata con il Conservatorio di Musica Statale “Giuseppe Martucci” di Salerno, distintisi in diverse manifestazioni nazionali, si esibiranno nel saggio finale.

Gratuito

Sabato 18 giugno de 16:00 à 20:00 (Apertura straordinaria)Sabato 18 giugno de 17:30 à 20:00 (Concerto)

Qualunque pubblico

Accessibilità

Disabilità visiva, Disabilità uditiva, Disabilità mentale

Spettacolo

Giornate Europee dell’Archeologia all’Anfiteatro Campano
Domenica 19 giugno 2022 all’Anfiteatro campano, aperto in via straordinaria fino alle 22.00, è in programma alle 17.00 un concerto insolito per Pianoforte a 4 mani con il Duo Martucci, formato dai Maestri Sabatino Cante e Antonio Avagliano. Seguirà alle 20.00 la visita guidata “Alla scoperta dell’antica Capua” della durata di un’ora a cura de Le Nuvole e, a partire dalle 21.00, si susseguiranno visite a cura dell’Archeoclub di Santa Maria Capua Vetere.

Gratuito

Domenica 19 giugno de 17:00 à 22:00 (Concerto e visite guidate)Domenica 19 giugno de 18:30 à 22:00 (Apertura straordinaria)

Qualunque pubblico

Accessibilità

Disabilità visiva, Disabilità uditiva, Disabilità mentale

Campania, Napoli, Napoli

MANN - Museo Archeologico Nazionale di Napoli

19, piazza Museo 80135 Napoli (NA)

www.mann-napoli.it

Aspettando le Giornate Europee
dell’Archeologia …
Programma iniziative culturali nel MANN
Laboratori, tour e presentazioni di libri per celebrare l'archeologia.

Workshop

Laboratorio Archeologia da spiaggia
laboratorio ideato e condotto da Ludovica Dottori, studentessa presso il Dipartimento di
Comunicazione e Didattica dell'Arte dell'Accademia di Belle Arti di Bologna.
La mostra Archeologia da spiaggia di Maurizio Finotto sarà il punto di partenza per un percorso
coinvolgente dedicato alla relazione poetica tra oggetto e tempo, passato e presente, memoria e
scoperta. I partecipanti potranno realizzare una personale stratigrafia, dove custodire e sovrapporre
materiali e piccoli oggetti in grado di rappresentare metaforicamente la propria interiorità.
La partecipazione al laboratorio è gratuita per ciascun bambino più un accompagnatore
La prenotazione è obbligatoria:
Servizio Educativo tel. 081-4422329
lun-ven ore 10.00-15.00
Appuntamento nell’atrio del Museo 10 minuti prima dell’inizio del laboratorio

Gratuito

Venerdì 17 giugno de 17:00 à 18:30

Bambini, Famiglie

Scuole :

Medie

laboratorio

Accessibilità

Disabilità mentale

Campania, Napoli, Napoli

MANN Museo Archeologico Nazionale di Napoli

19, piazza Museo 80135 Napoli

https://mann-napoli.it

Giornate Europee
dell’Archeologia al MANN
Incontri, laboratori e presentazione di libri per celebrare l'archeologia

Workshop

Laboratorio Archeological clones
Un laboratorio per osservare, “clonare” e reinterpretare gli oggetti dell’antico Egitto e creare il proprio
monile ispirato al futuro
A cura di C. Langella – DADI Università L. Vanvitelli (nell’ambito del progetto Obvia)
per bambini dagli 8 ai 10 anni
La partecipazione al laboratorio è gratuita per ciascun bambino più un accompagnatore
La prenotazione è obbligatoria:
Servizio Educativo tel. 081-4422329
lun-ven ore 10.00-15.00
Appuntamento nell’atrio del Museo 10 minuti prima dell’inizio del laboratorio

Gratuito

Bambini

Scuole :

Elementari, Medie

Accessibilità

Disabilità mentale

Campania, Napoli, Quarto

Necropoli romana Fescina

Via Brindisi, 80010, Quarto, Napoli

https://www.facebook.com/gruppoarcheologicocampiflegrei

La necropoli fescina si trova lungo il tracciato di uno dei diverticoli della via Campana, l'odierna via Brindisi. Fu scavata nel corso degli anni Settanta ed Ottanta del ‘900, quando era visibile solo il famoso mausoleo a cuspide, al tempo utilizzato come deposito di attrezzi agricoli. Si tratta di un'area sepolcrale recintata al cui interno si trovano alcuni monumenti funebri. Il mausoleo a cuspide, comunemente indicato come “Fescina“, è la struttura più antica del complesso. Essa si presenta in opera reticolata, si compone di un alto tamburo circolare sormontato da una guglia piramidale a pianta esagonale, copertura rara nella zona flegrea ma molto diffusa nel Mediterraneo Orientale durante l'età ellenistica. L’iniziativa culturale è patrocinata dal Comune di Quarto.

Visita guidata

Apertura e visita guidata della necropoli fescina
Il Gruppo Archeologico dei Campi flegrei vi condurrà alla scoperta dell'affascinante ed unica necropoli a cuspide piramidale a sei facce dell'area flegrea.

Gratuito

Sabato 18 giugno de 16:00 à 17:00

Qualunque pubblico

Scuole :

Elementari, Medie, Superiori

Campania, Napoli, Quarto

Villa romana del torchio

via Masullo nei pressi del centro commerciale Quarto Nuovo

https://www.facebook.com/gruppoarcheologicocampiflegrei

Visita guidata gratuita

Visita guidata

Apertura e visita guidata della Villa romana del Torchio
Apertura al pubblico e visita guidata alla villa rustica del torchio con patrocinio morale del Comune di Quarto e della Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per l'area metropolitana di Napoli.
La villa è stata portata alla luce nel 2006 ed è una delle poche ch si conserva nei Campi Flegrei. L'edificio presenta un impianto quadrangolare, preceduto da un cortile con porticato su pilastri. Sorta presumibilmente negli ultimi anni del II sec. a. C., la struttura presenta varie fasi costruttive e successive modifiche, che testimoniano una continuità di vita fino al IV-V sec. d. C.
Il rinvenimento in alcuni ambienti della villa di un torcularium e di una cella vinaria, consente di ipotizzare che l'edificio fosse un centro di produzione di vino che aveva permesso ai proprietari di arricchirsi, ipotesi sostenuta dalla presenza di un consistente numero di monete rinvenute.
E' obbligatorio indossare la mascherina.

Gratuito

Domenica 19 giugno de 16:00 à 15:00

Qualunque pubblico

Campania, Napoli, Pozzuoli

Cuma città bassa

Via monte di Cuma 1

www.pafleg.it

CUMA, cantiere aperto

Una visita speciale allo scavo in corso presso la necropoli di Porta Mediana di Cuma a cura del Centre Jean Bérard.
Sarà possibile incontrare e dialogare con l'équipe di ricercatori, diretta da Priscilla Munzi, conoscere i risultati della nuova campagna di indagini e scoprire tante curiosità sulla storia dell'antica Cuma!

Turni di visita: ore 16.00, ore 17.00 e ore 18.00

Prenotazioni: pa-fleg.comunicazione@beniculturali.it

Campania, Napoli, Napoli

Area Marina Protetta Parco Sommerso di Gaiola

Discesa Gaiola, 80123, Napoli

https://www.gaiola.org/snorkeling

L’Area Marina Protetta “Parco Sommerso di Gaiola” prende il nome dai due isolotti che sorgono a pochi metri di distanza dalla costa di Posillipo, nel settore nord occidentale del Golfo di Napoli. Il Parco Sommerso di Gaiola deve la sua particolarità alla fusione tra aspetti vulcanologici, biologici e storico-archeologici, il tutto nella cornice di un paesaggio costiero tra i più suggestivi del Golfo. I costoni rocciosi e le alte falesie di Tufo Giallo Napoletano, rimodellate dal mare e dal vento, ammantate dai colori della macchia mediterranea, regalano ancora oggi scorci di rara bellezza che da sempre hanno incantato i popoli che qui si sono succeduti.

Visita guidata

Snorkelling archeologico al Parco Sommerso di Gaiola: con maschere e pinne a spasso nel tempo
L'itinerario si sviluppa nello specchio di mare che circonda gli isolotti della Gaiola, toccando alcuni degli elementi archeologici sommersi di maggior interesse dell'area. Tra questi spicca il grandioso sistema di peschiere afferenti alla villa del Cavaliere romano Publio Vedio Pollione (I sec a.C.). Le peschiere, che si sviluppano su una superficie di circa 9000 m2 oltre ad essere tra le strutture di maggior interesse archeologico dell'area, sono anche quelle meglio conservate, mostrando ancora i complessi sistemi di canalizzazione delle acque, le chiuse, i camminamenti e le vasche ipogee per l'allevamento delle murene.
Ai partecipanti sarà fornita tutta l'attrezzatura necessaria per lo snorkelling.

20.00 €

Sabato 18 giugno de 10:00 à 12:30

Qualunque pubblico

Campania, Napoli, Napoli

Parco Archeologico Ambientale del Pausilypon

Discesa Coroglio, 36. 80123 - Napoli

https://www.gaiola.org/pausilypon

Il complesso a cui si accede attraverso l'imponente Grotta di Seiano, traforo di epoca romana lungo più di 700m, racchiude parte delle antiche vestigia della villa del Pausilypon, fatta erigere nel I Sec a.C. dal Cavaliere romano Publio Vedio Pollione. Qui, nell'incanto di uno dei paesaggi più affascinanti di Napoli, è possibile ammirare i resti del Teatro, dell'Odeion e di alcune sale di rappresentanza della villa, le cui strutture marittime fanno oggi parte del limitrofo Parco Sommerso di Gaiola, su cui si affacciano i belvedere a picco sul mare del Pausilypon. L’amenità e la bellezza dei luoghi, il clima mite, la natura lussureggiante, furono alcuni dei fattori che a partire dal I Sec. a.C. resero ricercati tali luoghi.

Visita guidata

Visita speciale al tramonto: il lavoro dell'archeologo
In occasione delle Giornate Europee dell'Archeologia, il Centro Studi Interdisciplinari Gaiola onlus propone una visita speciale al tramonto, per approfondire la conoscenza del Parco e del lavoro dell'archeologo. Durante una gradevole passeggiata immersi nella natura del sito, osserveremo materiali e le tecniche di costruzione antiche, le decorazioni e le strutture comprendendo come gli archeologi riescono a fare parlare i resti del passato. Una passeggiata di 2 ore, per scoprire la storia del Pausilypon, sfatare miti e spiegare la complessità del lavoro dell'archeologo!

7.00 €

Venerdì 17 giugno de 18:00 à 20:00 Venerdì 17 giugno de 18:00 à 20:00

Qualunque pubblico

Per l'accesso con sedia a rotelle, si consiglia di contattare preventivamente l'organizzazione

Campania, Napoli, Ercolano

Parco Archeologico di Ercolano

Corso Resina, 187

www.ercolano.beniculturali.it

La missione del Parco Archeologico di Ercolano coniuga insieme la ricerca, la conservazione e la trasmissione al pubblico presente e alle future generazioni dei valori culturali di Ercolano.
Il suo patrimonio culturale comprende sia i ricchissimi beni materiali, sia i beni immateriali rappresentati dalle conoscenze storico archeologiche sull’antica città romana e dall’identità che Ercolano ha assunto dopo la sua scoperta, a partire dal 1738, nel contesto sociale e culturale dell’età moderna e contemporanea. percorsi di visita raccontano la vita e le ultime ore di una cittadina lussuosa all’ombra del Vesuvio, consegnata alla storia dall’eruzione del 79 d.C.

Conferenza

Gli Ozi di Ercole - Telmo Pievani – Sonia Bergamasco - Materia
Di cosa è fatta la materia? È una domanda alla quale il pensiero prova a rispondere almeno dai primordi della sapienza greca. Chiunque voglia occuparsi di materia o concepire la realtà in termini materialistici dovrà fare i conti con i primi filosofi, naturalisti o atomisti che siano. Marx, per esempio, si laureòc on una tesi sulla Differenza tra le filosofie della natura di Democrito e di Epicuro. Ed è importante notare come la letteratura, che è un atto di conoscenza, possa essere una chiave di comprensione della materia, della realtà materiale, ponendosi non come antagonista ma come complice della scienza. La quale, a sua volta, può raggiungere la perfezione della poesia. Denominatore comune a entrambe: saper vedere le cose e prendersene cura. Se la radice di materia è mater, quella di curiosità è cura. Della vita, qualunque ne sia la forma. Telmo Pievani Telmo Pievani, filosofo ed evoluzionista, ricopre la prima cattedra italiana di filosofia delle scienze biologiche presso il dipartimento di biologia dell’università di Padova. Tra i suoi libri Serendipità (2021), Finitudine (2020), Imperfezione (2019), Homo sapiens e altre catastrofi (2018) e La vita inaspettata (2011). Collabora con “Il Corriere della Sera”, “Le Scienze” e “Micromega”. Sonia Bergamasco Attrice e regista teatrale.

Gratuito

Venerdì 17 giugno de 20:00 à 21:30

Adulti

Campania, Napoli, Napoli

MANN Museo Archeologico Nazionale di Napoli

19,piazza Museo 80135 NAPOLI

www.mann-napoli.it

Giornate Europee dell'Archeologia al MANN

Conferenza

FAMIGLIE AL MANN. Dalla poltrona del latte ai libri
All’interno del Museo è stato allestito uno spazio speciale dedicato alla cura dei neonati, dove “Big
Mama”, la comoda poltrona per l’allattamento, donata da UNICEF e Soroptimist International,
accoglie, con le sue forme ispirate al grembo materno, chi proviene dall’atrio con bambine e bambini e
ha bisogno di una piacevole sosta. In continuità con quest’iniziativa, che rispecchia l’attenzione del
Museo nei confronti dei più piccoli e delle loro famiglie, in collaborazione con l’Associazione Culturale
Pediatri, promuoviamo un incontro per riflettere sull’importanza della lettura nell’età 0-3 anni,
discutendone con la pediatra Lina Di Maio, che ci porterà la sua esperienza come esperta del
programma nazionale “Nati per leggere”.
“Dal 1999, Nati per Leggere ha l'obiettivo di promuovere la lettura in famiglia sin dalla nascita, perché
leggere con una certa continuità ai bambini ha una positiva influenza sul loro sviluppo intellettivo,
linguistico, emotivo e relazionale, con effetti significativi per tutta la vita adulta”.
Le Giornate Europee dell’Archeologia sono l’occasione per ribadire il valore di letture incentrate sui
miti e sulle civiltà antiche anche per i più piccoli, nonché del contesto del Museo come ambientazione
privilegiata per riempire di bellezza gli occhi, le orecchie e il cuore di tutta la famiglia.
Sala del Toro Farnese
La partecipazione è gratuita con biglietto evento

Gratuito

Venerdì 17 giugno de 17:00 à 18:00

Famiglie

Accessibilità

Disabilità mentale

Campania, Napoli, Napoli

Museo di Etnopreistoria "Alfonso Piciocchi” - Club Alpino Italiano sez. di Napoli

via eldorado 3, Napoli

www.cainapoli.it

The museum is managed by the Club Alpino Italiano (CAI) section of Naples upon concession of the Cultural Ministry. It is one of the few examples of a museum collection inside a section of the Italian CAI with more than 5.000 archeological, naturalistic and ethnographic artifacts from Italy and abroad.

Porte aperte

Humans and caves in prehistory
As part of the 2022 European Archeology Days, the Museo di Etnopreistoria “Alfonso Piciocchi” will be open to the public on Saturday 18th and Sunday 19th of June at the Castel dell’Ovo in Naples.

The museum is managed by the Club Alpino Italiano (CAI) section of Naples upon concession of the Cultural Ministry. It is one of the few examples of a museum collection inside a section of the Italian CAI with more than 5.000 archeological, naturalistic and ethnographic artifacts from Italy and abroad. The findings are the results of speleological research conducted since 1958 by the CAI Naples speleological group showing the evolution of the technology used by humans since the Stone Age and the relationships between humans and the environment.

The visitor will be able to travel chronologically through historical periods from the Paleolithic to the Iron Age, with materials from Campania's important prehistoric caves such as Nardantuono Cave in Olevano sul Tusciano, Cannalonga, Ausino Cave, and Castelcivita Cave, to relive the more recent civilization.
Période(s) archéologique(s) :

Preistoria, Protostoria, Era contemporanea

Gratuito

Domenica 19 giugno de 10:00 à 13:00 Sabato 18 giugno de 10:00 à 13:00

Qualunque pubblico

Campania, Salerno, Eboli

Museo archeologico nazionale di Eboli e della Media Valle del Sele

1 Piazza San Francesco 84025, Eboli

https://museicampania.cultura.gov.it/

Venerdì 17 giugno una conferenza sull'archeologo Marcello Somma, domenica 19 giugno apertura straordinaria e presentazione del Baby Pit Stop

Conferenza

Marcello Somma e la passione per l’archeologia
Venerdì 17 giugno alle 10.00 il Museo Archeologico di Eboli, in collaborazione con il Comune di Eboli e il costituendo Comitato Marcello Somma, propone l’incontro “Marcello Somma e la passione per l’archeologia”. L’evento è un momento di incontro sulla figura dell’Ispettore Onorario della Soprintendenza Archeologica di Salerno e muove dall’occasione dell’acquisizione della collezione archeologica di Marcello Somma al Museo archeologico. Il profondo senso della storia e della comunità di Somma ha condotto ad una straordinaria stagione di scavi e ricerche che ha visto protagoniste le istituzioni italiane e straniere nel territorio ebolitano. Dopo l’inaugurazione della targa a lui dedicata presso la vetrina che raccoglie una parte della collezione Somma sarà ospitato un incontro che tra ricordi e archeologia celebrerà la figura di Marcello Somma.
Programma:
Ore 10.00, Sala espositiva (1°piano): inaugurazione targa in memoria di Marcello Somma
Ore 10.30, Sala Polifunzionale (piano terra): incontro “Marcello Somma e la passione per l’archeologia.
Saluti: Ilaria Menale - Direttrice Museo Eboli, Mario Conte - Sindaco Eboli, Flavia Falcone - Comitato Marcello Somma.
Interverranno: Marina Somma, Marina Cipriani, Giovanna Scarano, Maria D’Andrea, Alessandro Russo, Serenella Scala.

Gratuito

Venerdì 17 giugno de 10:00 à 13:00

Qualunque pubblico

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle

Conferenza

Baby Pit Stop al ManES
Domenica 19 giugno 2022 il Museo Archeologico di Eboli e della Media Valle del Sele effettua un’apertura straordinaria dalle 9.00 alle 14.00 e, in collaborazione con il Rotaract Campagna Valle del Sele, alle 10.00 presenta “Baby Pit Stop al ManES”. Sarà inaugurata una postazione Baby Pit Stop, donata al Museo dal Rotaract Campagna Valle del Sele, che consentirà alle mamme di allattare i propri neonati durante la visita del museo. Il punto allattamento si completa con un fasciatoio inserito in uno dei bagni per un più agevole cambio di pannolino ai piccoli visitatori del Museo. L’iniziativa si inserisce nell’attivazione dei Baby Pit Stop nei luoghi della cultura promossa da UNICEF: così il ManES, grazie al supporto della sua comunità, diventa sempre più inclusivo. Dopo l’inaugurazione, si terrà un incontro con i protagonisti della donazione e con un biologo esperto in nutrizione che ci parlerà dei benefici effetti dell’allattamento. Programma dell’incontro:
Ore 10.00, Sala espositiva (1°piano): inaugurazione Baby Pit Stop
Ore 10.30, Sala Polifunzionale (piano terra): Incontro “Baby Pit Stop al ManES”.
Interventi: Ilaria Menale - Direttrice Museo Eboli, Mario Conte - Sindaco Eboli, Roberto Monaco - Sindaco di Campagna, Anna Ruggia - Presidente Rotaract Campagna Valle del Sele, Giuseppe Fresa - Biologo esperto in nutrizione.

Gratuito

Domenica 19 giugno de 09:00 à 13:00 et de 10:00 à 13:00 (Apertura straordinaria)

Qualunque pubblico

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle

Campania, Salerno, Sarno

Museo archeologico nazionale della Valle del Sarno

7 Via Cavour 84087 Sarno

https://museicampania.cultura.gov.it/

Sabato 18 giugno caccia al tesoro al museo, domenica 19 giugno appuntamento online per un videoracconto sulle collezioni archeologiche

Circuito di scoperta

Caccia al tesoro
Sabato 18 giugno alle 10.30 il Museo archeologico nazionale della Valle del Sarno, in collaborazione con l’Associazione Culturale “La Navicella di Minerva”, organizza una caccia al tesoro per i ragazzi dai 9 ai 12 anni alla scoperta del suo patrimonio archeologico. Durante le Giornate Europee dell’Archeologia sarà possibile visitare anche la mostra “Inferi e inferni - Omaggio a Dante”, allestita al secondo piano del museo. I reperti, conservati finora nei depositi, provenienti dalle sepolture degli uomini e delle donne di rango vissute fra il IX e l’VIII secolo a.C., e gli “strappi” delle tombe praticati all’epoca degli scavi che restituiscono l’immagine del defunto così come è stato deposto, dialogano con le tavole illustrate dell’Inferno di Dante, pubblicate dalle principali case editrici italiane.

Gratuito

Sabato 18 giugno de 10:30 à 12:30

Bambini, Qualunque pubblico

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle

Contenuto digitale

La famiglia dei Lucrezi Valenti online!
Domenica 19 giugno appuntamento online alle 10.30 sui canali social del Museo, per un videoracconto dedicato alla potente famiglia dei Lucrezi Valenti, le cui urne cinerarie rinvenute nel suburbio orientale di Pompei nel 1992 sono conservate al Museo.

Gratuito

Domenica 19 giugno de 10:30 à 23:00

Qualunque pubblico

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle

Campania, Salerno, Pontecagnano Faiano

Museo archeologico nazionale di Pontecagnano "Gli Etruschi di frontiera"

Via Lucania 84098 Pontecagnano Faiano

https://museicampania.cultura.gov.it/

Sabato 18 giugno “Leggere l’etrusco. Nuove scoperte per nuovi racconti“: conferenza e laboratorio didattico

Conferenza

Leggere l’etrusco. Nuove scoperte per nuovi racconti
Sabato 18 giugno 2022 il Museo Archeologico di Pontecagnano, in collaborazione con il Comune di Pontecagnano Faiano, il Dipartimento di Scienze del Patrimonio culturale dell’Università degli Studi di Salerno e l’Associazione Paesaggi Narranti, propone “Leggere l’etrusco. Nuove scoperte per nuovi racconti”.
Alle 18.00 nella Sala Auditorium si terrà la conferenza “Leggere l’etrusco. Uomini e divinità nelle iscrizioni di Pontecagnano” a cura di Carmine Pellegrino, docente di Etruscologia e antichità italiche all’Università degli Studi di Salerno. L’incontro, destinato non solo agli addetti ai lavori ma anche agli appassionati, rappresenta un momento di approfondimento sulle iscrizioni etrusche rinvenute negli scavi di Pontecagnano (databili tra il VII e il IV secolo a.C.) e prevede uno spazio sulla scrittura etrusca appositamente dedicato ai piccoli visitatori. Le tombe, l'abitato e i santuari di Pontecagnano hanno restituito, infatti, una grande quantità di iscrizioni etrusche, graffite sui vasi per ricordare il possessore del recipiente, il suo dono o l'offerta a una divinità. Attraverso le iscrizioni è stato possibile stabilire i nomi delle persone, il loro status sociale e la loro origine, mentre il riferimento alle divinità e alle azioni di offerta ha contribuito a ricostruire i rituali e le credenze religiose degli Etruschi di Pontecagnano nella vita quotidiana e rispetto all'aldilà.
Alle 18.30, nella Biblioteca comunale “A. Gatto” (piano terra del Museo) si svolgerà il laboratorio dedicato ai più piccoli sulla scrittura etrusca “Il mistero che non c’è. Scrivi in etrusco anche tu!”. Laboratorio max per 15 bambini dai 7 anni in su, prenotazione obbligatoria all’Associazione Paesaggi Narranti (+39 3333125515).
Le Giornate Europee dell’Archeologia si confermano anche quest’anno come l’occasione per avvicinare il pubblico ai temi dell’archeologia e della tutela del patrimonio attraverso approfondimenti tematici sulle nuove scoperte provenienti dal territorio degli “Etruschi di frontiera”.

2.00 €, Ci sono tariffe scontate

Sabato 18 giugno de 18:00 à 19:30 (Conferenza)Sabato 18 giugno de 18:30 à 19:30 (Laboratorio)

Bambini, Adulti

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle

-->