Stampa il programma

Select your region or print the program.

Scarica il programma come PDF

  • Toscana
7 risultati
Toscana, Firenze, Firenze

Gallerie degli Uffizi

Piazzale degli Uffizi 6

https://www.uffizi.it/

Le Gallerie degli Uffizi riuniscono tre straordinari complessi museali che raccolgono il nucleo delle collezioni d’arte e prezioso artigianato, di libri e di botanica delle famiglie Medici, Asburgo Lorena e Savoia. Un’autentica raccolta di tesori che spazia dall’Antichità al XX secolo e che ha fatto grande, nel tempo, il nome degli Uffizi, di Palazzo Pitti e del Giardino di Boboli; tre siti museali riuniti e collegati tra loro, fin dal Rinascimento, attraverso la geniale costruzione del Corridoio Vasariano, e che insieme costituiscono un polo culturale tra i più importanti e visitati al mondo.

Offerta digitale - Video e podcast online

UffiziJEA
Le Gallerie degli Uffizi proseguono la loro partecipazione alle Journées Européennes de l'Archéologie grazie alla pagina facebook, che durante il lockdown ha permesso al pubblico di continuare a vivere il museo. In occasione delle JEA vi saranno pubblicati tre video pensati per omaggiare l'antichità classica con altrettanti capolavori conservati nella Galleria delle Statue e delle Pitture. Lo splendido ritratto dell'imperatore Traiano, che accoglie i visitatori nel corridoio di levante; il superbo Laocoonte realizzato da Baccio Bandinelli dopo la scoperta a Roma, nel 1506, dell'originale greco oggi conservato ai Musei Vaticani e infine uno dei capolavori di Alessandro Filipepi, detto Botticelli, “La Calunnia“, dove l'autore rivisita un'opera attribuita al pittore greco Apelle.

Gratuito

Domenica 21 giugno de 05:00 à 23:59 (Ciascun giorno un nuovo video, dalle 5 del mattino)Sabato 20 giugno de 05:00 à 23:59 (Ciascun giorno un nuovo video, dalle 5 del mattino)Venerdì 19 giugno de 05:00 à 23:59 (Ciascun giorno un nuovo video, dalle 5 del mattino)

Famiglie, Adulti, Scuole

Scuole :

Medie, Superiori

Toscana, Firenze, Firenze

Museo Archeologico Nazionale di Firenze

9b, Piazza Santissima Annunziata, 50121 Firenze

http://www.polomusealetoscana.beniculturali.it/index.php?it/198/firenze-maf-museo-archeologico-nazio

Il MAF è uno dei più grandi musei archeologici d’Italia; è situato all’interno dello storico Palazzo della Crocetta, sede del museo dal 1880, e un tempo dimora di Maria Maddalena de’ Medici. All'interno delle sale è possibile visitare una ricca e articolata collezione di reperti etruschi, italici, greci, romani e tardoantichi. Nucleo storico è inoltre l’ampia sezione “Museo Egizio“, raccolta seconda in Italia soltanto a quella di Torino. Fiori all'occhiello del museo sono il giardino monumentale, aperto al pubblico nel 1902, dove vennero ricostruite alcune importanti tombe etrusche, la Collezione di gemme antiche dei Medici e dei Lorena, e il “Monetiere”, una delle più grandi raccolte numismatiche antiche d’Italia, entrambi recentemente riallestiti.

Proiezione

Cartoline dal MAF
In occasione delle Giornate Europee dell'Archeologia verrà presentata al pubblico un'inedita rassegna di cartoline digitali, nelle quali saranno illustrate alcune opere appartenenti alla sezione “Museo Egizio“, del Museo Archeologico Nazionale di Firenze. Questa serie di immagini con didascalia andrà ad aggiungersi al progetto “Cartoline dal MAF“, che comprende anche una sezione etrusca ed una greca. In un momento così difficile per tutti lo scopo di questa iniziativa è quello di continuare a rendere accessibili i capolavori del nostro museo e di metterli a disposizione di tutti i tipi di pubblici. E' uno dei nostri piccoli modi per rimanere in contatto con voi, in attesa di potervi ospitare tutti di nuovo nel nostro bellissimo museo.

Gratuito

Domenica 21 giugno de 00:00 à 23:59 Sabato 20 giugno de 00:00 à 23:59 Venerdì 19 giugno de 00:00 à 23:59

Qualunque pubblico

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle, Disabilità uditiva, Disabilità mentale

Toscana, Firenze, Firenze

Opificio delle Pietre Dure

Via degli Alfani 78 50121 Firenze

http://opificiodellepietredure.it

L'Opificio delle Pietre Dure e Laboratori di Restauro di Firenze nasce nel 1975 dall'unione di due realtà attive nel campo della produzione artistica e della conservazione delle opere d'arte: l'Opificio fondato nel 1588 come manifattura di corte (la cui attività è testimoniata dalle opere conservate nel Museo) e trasformato in Istituto di restauro alla fine dell'800, e il Laboratorio di restauro, sorto all'interno della Soprintendenza nel 1932 e ingranditosi in seguito all'alluvione di Firenze del 1966.
Il moderno Opificio svolge la sua attività in tre settori principali: la conservazione tramite gli undici Settori specialistici di restauro; la ricerca organizzata intorno al Laboratorio scientifico; la didattica, tramite la Scuola di Alta Formazione e di Studio.

Offerta digitale - Altri

I restauri di materiali archeologici dell'Opificio delle Pietre Dure
L’Opificio delle Pietre Dure partecipa alle Giornate Europee dell’Archeologia 2020 proponendo approfondimenti video sui restauri di alcuni materiali archeologici:
- statuetta fittile detta comunemente “tanagrina” della Fondazione Bruschi di Arezzo (venerdì 19/06 ore 10);
- manufatti vitrei delle collezioni del Museo Archeologico Nazionale di Firenze (sabato 20/06 ore 10);
- vasi in ceramica sigillata “arretina vasa“ del Museo Archeologico Nazionale Caio Cilnio Mecenate di Arezzo (domenica 21/06 ore 10).

Gratuito

Adulti, Scuole

Scuole :

Medie, Superiori

Toscana, Grosseto, Grosseto

Grosseto

3 Piazza Baccarini 58100 Grosseto

La Maremma con la sua storia, l’archeologia e il patrimonio culturale che la caratterizza, si presenta attraverso il capoluogo, Grosseto, e le sue frazioni. Un viaggio inatteso tra musei, parchi, architetture storiche, mura cittadine, borghi e tesori artistici. Un territorio, quello della pianura grossetana, ricco di tracce e insediamenti che dalla preistoria si sono susseguiti fino alle epoche più recenti. La città etrusco-romana di Roselle, il centro storico di Grosseto con il cassero senese, i bastioni e la fortezza medicea, Montepescali e Istia, Alberese con la cava neolitica di Spaccasasso e l’eremo medievale di San Rabano sono solo alcune delle testimonianze che raccontano questo meraviglioso territorio.

Offerta digitale - Video e podcast online

Grosseto dentro e fuori le mura: radici nel tempo
Breve video su: Grosseto centro storico (cassero senese, fortezza medicea e mura, porta cittadina, Duomo, Museo Archeologico e d’Arte della Maremma, Museo Luzzetti - ClarisseArte, Museo di Storia Naturale), Parco Archeologico della città etrusco-romana di Roselle (foro, terme, anfiteatro), Borgo medievale di Montepescali, Borgo medievale di Istia, San Rabano- Parco Regionale della Maremma, Forte San Rocco -Marina di Grosseto (autrice: Chiara Valdambrini).

Gratuito

Qualunque pubblico

Toscana, Lucca, Camaiore

Civico Museo Archeologico di Camaiore

Piazza Francigena 55041 Camaiore

http://www.comune.camaiore.lu.it/it/arte-cultura/civico-museo-archeologico

Museo archeologico del territorio di Camaiore dalla Preistoria al Rinascimento

Offerta digitale - Video e podcast online

Due turiste dal passato...
Video racconto della visita al museo al tempo del Covid 19 di due strane turiste provenienti dal passato

Gratuito

Qualunque pubblico

Toscana, Massa-Carrara, Massa

Massa

1 Piazza Mercurio 54100 Massa

Tra il 2011 ed il 2012, in occasione dei lavori di riqualificazione di Piazza Mazzini nell'ambito dei progetti P.I.U.S.S. (Piani Integrati di Sviluppo Sostenibile), è stato condotto dalla società SeArch snc di Pisa, uno scavo archeologico, che nella zona orientale della Piazza ha evidenziato la presenza di numerose strutture pertinenti ad un quartiere artigianale con almeno due fornaci. L’attività dell’officina può essere inquadrata, grazie ai numerosi reperti ceramici rinvenuti, tra la fine del II secolo a.C. e la metà del I secolo d.C. La fornace 1, in ottimo stato di conservazione, è a pianta circolare, a corridoio centrale e sviluppo verticale: la camera di combustione sovrapposta alla camera di cottura ne è separata per mezzo del piano forato, sostenuto da setti murari e archetti.

Offerta digitale - Video e podcast online

La fornace romana in Piazza Mazzini a Massa
Breve video di ricostruzione in 3D della fornace romana in Piazza Mazzini a Massa (autrice: Ivana Cerato).

Gratuito

Qualunque pubblico

Toscana, Massa-Carrara, Carrara

Cave di Gioia

1 strada comunale Colonnata 54033 Colonnata

La storia millenaria di Carrara è legata in maniera indissolubile alla coltivazione del marmo infatti: “noi siamo quelle pietre”. Quando da un’area di bonifica, esce “un blocco romano” o affiorano i resti di “una tagliata romana” è indispensabile che ciascuno sappia come muoversi, chi contattare, verificare cosa nascondano le notae riportate su di un semilavorato e quali importanti informazioni inerenti la cultura materiale di un mondo passato ci possano trasmettere. Per questo è indispensabile riuscire a coinvolgere ed interessare chi quotidianamente è a contatto diretto con il marmo, ovvero i cavatori, perché essi stessi divengano i principali artefici della tutela di questo patrimonio, limitandone, la distruzione e la dispersione.

Offerta digitale - Video e podcast online

Noi siamo quelle pietre
Breve video girato all'interno delle Cave di Gioia nel comprensorio estrattivo di Carrara (MS) in quelle che furono le Cave Lunensi.
Si tratta di un “contesto archeologico“ ovvero, di un'area estrattiva già utilizzata dai romani nel periodo Repubblicano ed Imperiale sino al IV secolo d.C. (Autore: Giovanni Gatti).

Gratuito

Qualunque pubblico