Stampa il programma

Select your region or print the program.

Scarica il programma come PDF

  • Lazio
17 risultati
Lazio, Frosinone, Alvito, Aquino, Arce, Atina, Cassino, Castro dei Volsci, Ceprano, Collepardo, Ferentino, Pastena, Pontecorvo, Vallecorsa, Veroli

Musei del Sistema Integrato Frusinate per la Cultura

Provincia di Frosinone

https://sifcultura.it/

LE DOMENICHE DEL SISTEMA
Domenica 21 giugno sedici Musei aperti con visite guidate alle ore 9.00, alle ore 10.00 e alle ore 11.00 per gruppi di 5 partecipanti max su prenotazione. Offerta culturale del Sistema Integrato Frusinate per la Cultura riservata ai titolari della card SIFCultura (costo 5 euro, validità 12 mesi per residenti e ospiti). I sedici Musei che aderiscono all'iniziativa sono spazi sicuri di conoscenza del patrimonio culturale del territorio con modalità di accesso e di sicurezza coordinate e condivise. Info e prenotazioni: 0775 212314 (dal martedì al venerdì mattina ore 9-12) | info@sifcultura.it | prenotazioni@sifcultura.it | sifcultura.it

Visita guidata

MUSEI APERTI. SPAZI SICURI DI CONOSCENZA DEL PATRIMONIO CULTURALE DEL TERRITORIO
Alla scoperta dei Musei che compongono il Sistema Integrato Frusinate per la Cultura, sedici Luoghi della Cultura che raccontano attraverso le loro collezioni il divenire storico del Paesaggio attuale tra Archeologia, Arte, Tradizione, Storia e Natura. Domenica 21 giugno alle ore 9.00, alle ore 10.00 e alle ore 11.00 percorsi guidati da personale specializzato negli spazi museali, su prenotazione e per gruppi di 5 partecipanti max nel rispetto delle norme di prevenzione e contenimento del contagio da COVID-19. Si accede gratuitamente ai Musei e all'offerta culturale di sistema con la CARD SIFCultura (costo 5 euro, validità 12 mesi).

5.00 €

Domenica 21 giugno de 09:00 à 12:00

Qualunque pubblico

Lazio, Latina, Terracina

Terracina

19 Piazza Municipio 04019 Terracina

Terracina sorge su due alture prospicienti il mare: quella più bassa sede dell’abitato originario, e quella più elevata, il colle di San Francesco, con l’acropoli. Le prime fasi storiche sono conosciute attraverso le fonti letterarie. Alla fine del VI secolo a.C. la città dovette essere già sotto l’influenza romana, come dimostrerebbe la sua menzione nel primo trattato romano-cartaginese citato da Polibio. In seguito fu occupata dai Volsci, che le mutarono il nome da “Tarracina” in “Anxur”; a questa fase potrebbero spettare alcuni tratti delle mura in opera poligonale visibili in più punti sotto la cinta tardo-antica. Con la rioccupazione romana la città crebbe di importanza e in epoca imperiale, con lo sviluppo del traffico marittimo, l'imperatore Traiano ordinò l'ampliamento

Offerta digitale - Video e podcast online

Terracina, una città di frontiera
Breve video su Terracina e le sue fasi insediative romane (autori: Rossella Atlante, Carlotta Bassoli, Marco Mannino)

Gratuito

Qualunque pubblico

Lazio, Latina, FORMIA

Area Archeologica di Caposele - Vindicio - Formia

1 Via Porto Caposele- Vindicio 04023 FORMIA

https://www.giornatearcheologia.it

I visitatori potranno ammirare un’area didattica con l’allestimento di un cantiere di scavo archeologico con una replica fedele di sepoltura romana del tipo ‘a cappuccina’ e una collezione numismatica, curata dal Museo del Fronte e della Memoria. La novità assoluta di quest’anno sarà un percorso inedito che parte dal grande ambiente voltato, fino ad oggi non accessibile al pubblico. Si prevede un percorso unidirezionale, prevalentemente all’aperto, con accesso contingentato di 10 persone ogni 20 minuti, nel pieno rispetto delle Linee Guida Covid 19 e della Prevenzione Sanitaria contro il contagio. I visitatori dovranno essere inoltre muniti di scarpe comode e torce elettriche.
L’ingresso dovrà essere prenotato obbligatoriamente al Numero Verde Gratuito 800.14.14.07 .

Circuito di scoperta

Percorso Archeologico Guidato
Le visite guidate, della durata di circa un’ora, realizzate da Archeologi e Storici dell’Arte, si terranno nei giorni 20 e 21 giugno, dalle ore 18.00 alle ore 23.00 (ultimo ingresso ore 22.00). Si prevede un percorso unidirezionale, prevalentemente all’aperto, con accesso contingentato di 10 persone ogni 20 minuti, nel pieno rispetto delle Linee Guida Covid 19 e della Prevenzione Sanitaria contro il contagio. I visitatori dovranno essere inoltre muniti di scarpe comode e torce elettriche.

Gratuito

Domenica 21 giugno de 18:00 à 22:00 (Ingressi contingentati.10 persone ogni 20 minuti)Sabato 20 giugno de 18:00 à 22:00 (Ingressi contingentati.10 persone ogni 20 minuti)

Qualunque pubblico

Purtroppo il sito non permette l'accesso a persone con disabilità motoria.

Circuito di scoperta

Visita Guidata Archeologica
Le visite guidate, della durata di circa un’ora, realizzate da Archeologi e Storici dell’Arte, si terranno nei giorni 20 e 21 giugno, dalle ore 18.00 alle ore 23.00 (ultimo ingresso ore 22.00). Si prevede un percorso unidirezionale, prevalentemente all’aperto, con accesso contingentato di 10 persone ogni 20 minuti, nel pieno rispetto delle Linee Guida Covid 19 e della Prevenzione Sanitaria contro il contagio. I visitatori dovranno essere inoltre muniti di scarpe comode e torce elettriche.

Gratuito

Qualunque pubblico

Purtroppo il Sito non è accessibile a persone con disabilità motoria.

Lazio, Roma, Roma

Appia antica regina viarum

via Appia antica 42 Roma

http://www.cerealialudi.org

passeggiata accompagnata con narrazioni drammatizzate dedicate alle figure storiche femminili dell'Appia antica e ai viaggiatori del grand tour, promossa da MThI, Club di Territorio di Roma del TCI, Comitato Roma150, Pontieri del Dialogo, Archeoclub d'Italia dell'Etruria Meridionale. Giornata di svolgimento il 20 maggio, con tre turni dalle 9.30 alle 11,30

Visita guidata

Appia antica regina viarium
passeggiata accompagnata lungo l'Appia antica alla scoperta delle figure femminili dell'antichità e luogo l'itinerario dei viaggiatori del grand tour

Gratuito

Sabato 20 giugno de 09:30 à 11:00 et de 10:00 à 11:30 (primo gruppo e secondo gruppo)

Qualunque pubblico

Accessibilità

Disabilità visiva

accompagnate dai volontari dell'associazione Pontieri del Dialogo

Lazio, Roma, Roma

Istituto Centrale per l'Archeologia

Via di San Michele, 22

http://www.ic_archeo.beniculturali.it/

L’Istituto Centrale per l’Archeologia (ICA) è stato istituito nel 2016 con funzioni in materia di studio e di ricerca nel settore dell’archeologia. Tra le sue attività ricopre un ruolo centrale la creazione di un sistema unico nazionale per la pubblicazione in rete dei dati relativi alla ricerca archeologica in Italia, svolta in sinergia con gli altri uffici del MiBACT, Università e altri Istituti di ricerca italiani e stranieri, con la finalità di promuoverne la conservazione anche in formato digitale e di favorirne l’accessibilità sul web.
L'ICA promuove e supporta a livello internazionale il ruolo dell’archeologia italiana.

Nell'impossibilità di organizzare eventi in presenza l'Istituto condividerà su questa piattaforma contenuti digitali relativi a progetti e attività in corso.

Offerta digitale - Tour virtuali

Scavi e ricerche a Elaiussa Sebaste
L’ICA svolge un ruolo di supporto tecnico-scientifico alle missioni archeologiche italiane all’estero, definendo linee guida e standard di documentazione volti a garantire livelli minimi di interoperabilità e accessibilità nei sistemi digitali di archiviazione e gestione dei dati. In quest’ottica, lo scavo della “Sapienza” Università di Roma sul sito di Elaiussa Sebaste, importante centro portuale della Cilicia Aspera in età romana e poi della provincia d’Isauria in età protobizantina, inaugurato nel 1995 e ancora in corso, con cui l'ICA ha attivato una collaborazione, rappresenta un interessante contesto pilota per restituire informazioni in tal senso.
Nel video proposto, la professoressa Annalisa Polosa, direttore della missione archeologica dal 2015 al 2019 e il dottor Massimo Braini, responsabile della documentazione topografica, ci presentano il sito commentandone le immagini più significative.

Gratuito

Qualunque pubblico

Offerta digitale - Video e podcast online

Progetto Europeo DiveSafe
Il progetto DiveSafe (https://divesafe.eu/) è dedicato all'integrazione di tecnologie, attrezzature e applicazioni per le immersioni in una soluzione completa che consente di effettuare missioni scientifiche e professionali più efficienti e sicure.
I siti subacquei sono ovviamente di difficile accesso e più pericolosi rispetto alla terraferma.
Ingegneri, archeologi, architetti e tecnici subacquei stanno lavorando insieme per integrare le tecnologie SoTA, al fine di fornire al mercato subacqueo (principalmente professionale/scientifico e secondariamente ricreativo) un prodotto innovativo che permetterà ai subacquei di condurre in modo sicuro ed efficiente indagini subacquee per svolgere compiti legati allo studio del patrimonio culturale e ambientale subacqueo. Il censimento visivo della documentazione fotografica e fotogrammetrica, l'esplorazione di aree sconosciute, la ricerca e il recupero, la visita turistica di ampi siti subacquei possono essere effettuati in modo più sicuro grazie al sistema Divesafe.
Il sistema DiveSafe sarà testato nei seguenti siti archeologici e naturalistici sommersi: Area Marina Protetta “Capo Rizzuto” (Italia), Fournoi – Agios Minas channel in Grecia e Caesarea Maritima e Achziv, Shiqmona in Israele.


Gratuito

Qualunque pubblico

Offerta digitale - Video e podcast online

La scoperta dei pregiati mobili in legno e avorio della Villa dei Papiri di Ercolano nel racconto di Maria Paola Guidobaldi

Gratuito

Qualunque pubblico

Offerta digitale - Video e podcast online

Il restauro dei mosaici del Dominus Flevit
Il video è stato realizzato nell’ambito del progetto scientifico internazionale “Tutela, studio e valorizzazione di un patrimonio museale”, del quale è responsabile la prof.ssa Fulvia Ciliberto, docente di Archeologia e storia dell’Arte Greca e Romana dell’Università degli Studi del Molise. Il suo scopo primo è il censimento, la schedatura informatica e la riproduzione digitale dei Beni Archeologici della Custodia di Terra Santa, con l’intento di documentare, conservare e valorizzare in modo adeguato l’inestimabile patrimonio archeologico della Custodia. L’iniziativa aderisce e si affianca al progetto “Conservazione e Valorizzazione del Patrimonio Culturale della Custodia della Terra Santa”, promosso dalla Custodia in collaborazione con l’“Associazione di Terra Santa – ATS pro Terra Santa”. A partire dal 2013 il progetto è cofinanziato dal Dipartimento di Scienze Umanistiche, Sociali e della Formazione dell’Università del Molise e dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI, Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese, Ufficio VI - Missioni archeologiche, antropologiche, etnologiche).
I frutti di questo lavoro non si sono certo fatti attendere ed hanno permesso di avviare tutta una serie di attività di restauro, di aggiornamento scientifico e di studio.
È stato ad esempio possibile restituire con esattezza al loro originario contesto, nel tempo perdutosi, un gruppo di lacerti in tessellato policromo, già murati sotto una della arcate del porticato del Convento della Flagellazione e risultati essere provenienti dal pavimento di una delle cappelle dell’antico santuario del Dominus Flevit, mezzacosta del Monte degli Ulivi, recuperati nel momento in cui si decise di costruire la piccola moderna cappella, tuttora visitabile.
Tale recupero ci fece pensare alla possibilità di poter restaurare i lacerti, in modo da poterli restituire, anche fisicamente al contesto originario. Per tale lavoro ci siamo avvalsi dei ragazzi palestinesi formati dal Mosaic Center di Gerico, diretto dall’Architetto Osama Hamdan, e seguiti da un restauratore esperto, individuato nel Dott. Alessandro Lugari della Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma; i lavori di restauro si sono così trasformati in un piccolo corso di aggiornamento professionale per i giovani professionisti locali.

Gratuito

Qualunque pubblico

Offerta digitale - Video e podcast online

Le ricerche della Scuola Archeologica di Atene - Seminari Online
La Scuola Archeologica Italiana di Atene ha inaugurato, nel mese di giugno 2020, il ciclo dei Seminari Online dedicati agli scavi e alle ricerche nei siti archeologici di Creta, Lemno, Tessaglia, Argolide, Megaride, in concessione alla SAIA dal Ministero della Cultura e dello Sport della Repubblica Greca e in collaborazione con le Eforie di Heraklion, Lesbo, Larissa e delle Antichità Subacquee e dell'Attica Occidentale.
L'ICA condivide con piacere il link ai Seminari.

Gratuito

Qualunque pubblico

Offerta digitale - Video e podcast online

LUPERCA
Condividiamo volentieri questo video realizzato durante il periodo di lock down per avvicinare i più piccoli alle origini leggendarie di Roma.
Testi di Óscar Martínez García, illustrazioni di María Angeles Víla; voce narrante Lorenzo Schneider, editing Federico Schneider.

Gratuito

Bambini, Qualunque pubblico, Scuole

Scuole :

Scuole dell’infanzia, Elementari

Lazio, Roma, Roma

Appia antica Regina Viarum Le donne, i viaggiatori e i musicisti del Grand Tour

via Appia Antica, 42

http://www.cerealialudi.org

in ragione del grande successo di adesioni, si replica anche al 21 giugno il programma del sabato, con un focus anche sui musicisti del Grand Tour per la Festa Europea della Musica

Circuito di scoperta

passeggiata accompagnata
passeggiata lungo l'Appia antica alla scoperta della donne, dei viaggiatori e dei musicisti del Grand Tour in occasione anche della Festa della Musica

Gratuito

Domenica 21 giugno de 10:30 à 12:00

Qualunque pubblico

Accessibilità

Disabilità visiva

se accompagnati

Lazio, Roma, Roma

Parco archeologico di Ostia antica

Viale dei Romagnoli 717

https://www.ostiaantica.beniculturali.it/

Il Parco archeologico di Ostia antica riunisce in un unico istituto la straordinaria area archeologica dell'antica città di Ostia, prima colonia istituita da Roma, i Porti imperiali di Claudio e Traiano, nel comune di Fiumicino, la necropoli di Isola Sacra e molti altri siti minori. Si tratta di luoghi unici, nei quali è possibile vedere l'aspetto di una città romana abitata continuativamente dal IV secolo a.C. al VI secolo d.C., con monumenti che arrivano all'età moderna quali lo spettacolare Castello di papa Giulio II.

Conferenza

Recondita armonia, i colori di Ostia antica
L'archeologa Stella Falzone, specialista di pittura antica, ci aggiorna sugli ultimi studi condotti sulle pitture di Ostia e sul progetto del nuovo allestimento del Museo Ostiense, all'interno dell'area archeologica, che presto ospiterà una sezione di pittura antica. Una conferenza del ciclo “Vediamoci a Ostia antica“

Gratuito

Qualunque pubblico

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle

Offerta digitale - Tour virtuali

Visita virtuale delle Navi Romane
Il parco archelogico di Ostia antica vi porta alla scoperta delle navi romane trovate nel Porto Imperiale di Claudio, dove oggi sorge l'aeroporto di Fiumicino.

Gratuito

Qualunque pubblico

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle, Disabilità uditiva

Offerta digitale - Video e podcast online

Il viaggio delle merci per mare e sul Tevere
L'archeologo Franco Tella racconta il viaggio delle merci dai porti di tutto il mediterraneo fino a Roma, risalendo la corrente del Tevere. Video didattico gratuito della serie “Ostia antica per la scuola“

Gratuito

Bambini, Famiglie, Scuole

Scuole :

Elementari

Laboratorio didattico da remoto

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle

Offerta digitale - Video e podcast online

Il viaggio avventuroso dell'anfora olearia
L'archeologo Franco Tella racconta con una ballata in versi il viaggio di un'anfora per il trasporto d'olio chiamata Valeria Olearia dal porto di Cadice in Spagna fino a Ostia e a Roma. Video didattico gratuito della serie “Ostia antica per la scuola“

Gratuito

Bambini, Famiglie, Scuole

Scuole :

Elementari

Video-laboratorio didattico per la scuola primaria

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle

Offerta digitale - Video e podcast online

Il lungo viaggio dalla farina al pane
L'archeologo Franco Tella ci accompagna alla scoperta dei metodi di produzione del pane nell'antichità, grazie agli straordinari edifici di Ostia. Video didattico gratuito della serie “Ostia antica per la scuola“

Gratuito

Bambini, Famiglie, Scuole

Scuole :

Elementari

Video-laboratorio didattico per la scuola primaria

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle

Offerta digitale - Video e podcast online

Laboratorio di pittura
Il rievocatore storico Maurizio Milana ci spiega come realizzare un affresco alla maniera degli antichi Romani. Video didattico gratuito della serie “Ostia antica per la scuola“

Gratuito

Bambini, Famiglie, Scuole

Scuole :

Elementari

Video-laboratorio didattico per la scuola primaria

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle

Offerta digitale - Video e podcast online

I colori degli antichi Romani
Il rievocatore storico Maurizio Milana ci racconta aneddoti e curiosità sui pigmenti utilizzati dagli antichi Romani per la realizzazione dei loro splendidi affreschi, ben conservati a Ostia. Video didattico gratuito della serie “Ostia antica per la scuola“

Gratuito

Bambini, Famiglie, Scuole

Scuole :

Elementari

Video-laboratorio didattico per la scuola primaria

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle

Offerta digitale - Video e podcast online

Cartilio e i gioielli di Poseidone
L'antropologa Flavia Salomone ci presenta Cartilio, la mascotte del Parco archeologico di Ostia antica. Cartilio si è avventurato sulla spiaggia di Ostia e ha bisogno di aiuto per abbinare gli oggetti che ha trovato. Laboratorio didattico per l'accessibilità

Gratuito

Bambini, Famiglie, Scuole

Scuole :

Elementari

Video-laboratorio didattico per l'accessibilità

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle, Disabilità mentale

Video-laboratorio didattico per la disabilità cognitiva

Lazio, Roma, Roma

Parco archeologico del Colosseo

Piazza Santa Maria Nova 53

https://parcocolosseo.it/

Il Parco archeologico del Colosseo è stato istituito nel 2017 come istituto ad autonomia speciale con il compito di provvedere alla tutela e alla valorizzazione dell’area archeologica centrale di Roma. Il territorio del Parco racchiude sia aree e monumenti di competenza statale - Colosseo, Domus Aurea, Arco di Costantino e Meta Sudans, Foro romano e Palatino - sia in consegna a Roma Capitale - Circo Massimo, Fori imperiali - nonché il patrimonio ecclesiastico costituito dalle chiese su via dei Fori Imperiali e sul Palatino. La mission del Parco si declina attraverso una costante educazione alla memoria, nella relazione con un pubblico estremamente variegato e con l’impegno a instaurare un rapporto con le nuove generazioni e la piena accessibilità del patrimonio culturale.

Offerta digitale - Video e podcast online

Il restauro del mosaico della cd. ‘Dama di Cartagine’. La parola ai professionisti del PArCo
il PArCo propone in anteprima per Giornate Europee dell'Archeologia 2020 un video sul restauro appena concluso del mosaico della cd. “Dama di Cartagine”, già in prestito dal Museo Nazionale di Cartagine per la mostra “Carthago. Il mito immortale”, svoltasi tra 2019 e 2020. I restauratori del PArCo ci guideranno alla scoperta delle delicate fasi operative di intervento su una preziosa opera tardoantica che testimonia il fiorire della cultura figurativa nel VI secolo nell’Africa bizantina riconquistata ai Vandali.

Restauratori Alessandro Lugari con Angelica Pujia e Francesca Montozzi
Archeologa Federica Rinaldi
Video Mario Cristofaro
Traduzione Ryan Audino
con Giulia Giovanetti

Gratuito

Famiglie, Adulti, Scuole

Scuole :

Superiori

Offerta digitale - Video e podcast online

Promo APP You and the Colosseum
In occasione delle Giornate Europee dell’Archeologia, nell’ottica quindi dell’Accessibilità per Tutti, il Parco presenta in anteprima una nuova App gratuita che dal prossimo autunno accompagnerà i visitatori in un viaggio alla scoperta del patrimonio del Parco nel segno del Design for All. La nuova App con testi e videoclip in 9 lingue, audioguide in Italiano e Inglese, video guide in LIS e ASL, audiodescrizioni per non vedenti e contenuti per bambini in Italiano ed Inglese, accoglierà il pubblico in una visita del PArCo pensata per tutti.

Ruschena's Projects
A cura di Giulia Giovanetti, Paola Quaranta, Federica Rinaldi, Andrea Schiappelli

Gratuito

Qualunque pubblico

Offerta digitale - Video e podcast online

I Restauri del Parco archeologico del Colosseo - Il Tempio di Vesta nel Foro Romano
È uno dei più antichi luoghi di culto dell’area del Foro Romano. Al suo interno era custodito il “fuoco sacro dello Stato” che doveva rimanere sempre acceso. Per questa importante funzione, esattamente come le capanne che costituirono il primo abitato della città sul Palatino nell'età del Ferro e che custodivano il focolare domestico, aveva forma circolare e una copertura con foro centrale che permetteva la fuoriuscita del fumo. A sorvegliare il fuoco erano preposte le Vestali, l’unico sacerdozio femminile di Roma. Stiamo ovviamente parlando del Tempio di Vesta al Foro Romano che nel corso dei secoli, proprio per la presenza del fuoco, subì numerosi incendi e distruzioni. Uno degli ultimi fu quello del 191 d.C. cui seguì il restauro ad opera di Giulia Domna, moglie dell’imperatore Settimio Severo. Dopo l’abolizione dei culti pagani da parte dell’imperatore Teodosio I nel 391-392 d.C. il sacro fuoco venne spento e l’ordine delle Vestali venne sciolto. Seguì un periodo di abbandono e poi di spoliazioni, particolarmente pesanti nel corso del 1500. Oggi il Tempio che ammiriamo è il frutto di una ricostruzione “più scenografica che filologica” operata nel 1930 da Alfonso Bartoli a partire da un modello in gesso in scala reale. Tutto questo e molto altro sarà presto disponibile nella nuova pannellistica di cantiere pronta per raccontare la storia e il restauro del Tempio che il PArCo ha in programma a partire dal mese di giugno.

Il Gruppo di lavoro per il restauro del Tempio di Vesta è coordinato e diretto da Federica Rinaldi e Maria Maddalena Scoccianti con Angelica Pujia, Maria Bartoli e Giulia Giovanetti. La grafica di cantiere è opera di Marika Cirigliano e Simonetta Massimi. Il rilievo del Tempio è della società NADIR. Editing video di Mario Cristofaro

Gratuito

Famiglie, Adulti, Scuole

Offerta digitale - Video e podcast online

I Restauri del Parco archeologico del Colosseo - La colonna Traiana
“Più lo si contempla [il Foro di Traiano], più sembra un miracolo: chi sale all’Augusto Campidoglio scorge un’opera che è al di sopra del genio umano”. Così Cassiodoro (Varia, VII, 6) e in effetti da sempre ci si interroga sull’ingegno, la sapienza e il lavoro degli uomini che resero possibile quel mirabile monumento che è la Colonna Traiana, per la cui realizzazione fu cavato il marmo delle Alpi Apuane, furono trasportate tonnellate di blocchi sulle navi marmorarie da Luni al porto di Traiano e poi furono scaricati, movimentati, lavorati e messi in opera i blocchi fino a più di 40 metri di altezza dal suolo. Questo video ripercorre una parte di questa vicenda, “srotolando” i 200 metri di Storia raccontata sulla Colonna, in occasione delle campagne daciche condotte tra il 101 e il 106 d.C. I lavori di restauro in programma sul basamento che in antico doveva ospitare le ceneri dell’imperatore e forse della moglie Plotina sono stati l’occasione per realizzare un modello digitale della Colonna e poter così fruire, finalmente da vicino, di quel testo istoriato che ha reso eterne le gesta dell’Imperatore Traiano.

I lavori di restauro del basamento sono diretti da Federica Rinaldi e Barbara Nazzaro con Angelica Pujia, Antonella Rotondi e Alessandro Lugari. Il rilievo e le riprese da drone della Colonna sono della società Di Lieto & C. srl e Aeropix - Aerial Imaging & Survey. Editing video di Mario Cristofaro.

Gratuito

Famiglie, Adulti, Scuole

Offerta digitale - Video e podcast online

I Restauri del Parco archeologico del Colosseo - L'Arco di Tito
L'Arco di Tito fu costruito, sul percorso della processione trionfale, per commemorare il secondo imperatore della dinastia flavia e la vittoria dei Romani nella Guerra Giudaica, narrata nei rilievi con il saccheggio della città di Gerusalemme. Nel video realizzato in occasione del restauro del monumento vediamo attorno all’Arco di Tito un “ragno”: è questo il nome con cui in gergo tecnico gli specialisti chiamano il braccio elevatore, utilizzato nei lavori di restauro che hanno interessato l'Arco. Le operazioni di restauro sono intervenute sulle differenti superfici: le parti antiche in marmo pentelico e il travertino integrato nel XIX secolo nel celebre restauro di Valadier.

Responsabili del progetto:
Archeologa Federica Rinaldi
Architetto Cristina Collettini

Gratuito

Famiglie, Adulti, Scuole

Offerta digitale - Giochi

Memory game: “Scopri” Romolo e il suo mondo!
Un gioco per scoprire la storia di Romolo e Remo e la fondazione mitica della città di Roma sul Palatino divertendosi. Gira le carte e trova le giuste coppie. In basso, troverai anche il conta-mosse e il cronometro, per sfidare ogni volta te stesso e i tuoi amici!

Gioco a cura di Andrea Schiappelli, disegni originali di Silvio Costa. Traduzione Inglese di Francesca Pandolfi.
Applicazione: H5P.

Gratuito

Bambini, Famiglie, Scuole

Scuole :

Scuole dell’infanzia, Elementari, Medie

Offerta digitale - Giochi

Enigmistica: “Le piante intrecciate”
Un gioco da fare on line per allenare la vostra memoria, testare le vostre abilità, mettendo alla prova anche la vostra conoscenza del PArCo. Questo gioco permetterà di conoscere le piante del PArCo: dall'acanto, che ispira le decorazioni architettoniche del periodo classico, a tante altre specie. Trova i nomi delle piante del PArCo nello schema: possono essere scritte in tutti i sensi, anche in diagonale. In basso, troverai il cronometro che misura la tua prova! E ogni volta che giochi, il computer rigenera un nuovo schema con le stesse parole e la sfida al tempo si rinnova!

Gioco a cura di Elena Ferrari e Andrea Schiappelli. Traduzione Inglese di Francesca Pandolfi. Applicazione: H5P

Gratuito

Bambini, Famiglie, Scuole

Scuole :

Scuole dell’infanzia, Elementari, Medie

Offerta digitale - Tour virtuali

La “casa di Augusto” nello sguardo di Giulia
Uno sguardo nuovo su un monumento antico. Una poesia per ritrovare la quotidianità di luoghi dove ora abita la storia, ma dove un tempo vissero uomini e donne, con le loro emozioni, le gioie, i dolori.
Con questo breve video vogliamo portarvi nella casa di Augusto, uno dei monumenti più noti del Parco archeologico del Colosseo, famosa per la sua decorazione pittorica, e mostrarvela con gli occhi di una donna che vi nacque e vi abitò: Giulia, unica figlia dell’imperatore, donna bella ed intelligente, raffinata e ribelle.
La sua vita non fu facile: il giorno stesso della sua nascita il padre ripudiò la madre, Sempronia, per sposare Livia Drusilla, la matrigna con cui Giulia visse la sua infanzia. Ancora quasi bambina fu data in sposa per matrimoni politici, dapprima con il cugino Marcello, poi con il più anziano generale Agrippa, infine, dopo la sua morte, con il fratellastro Tiberio, futuro imperatore, per cui Giulia aveva una calda antipatia. Non si ribellò alle decisioni del padre, ma si mantenne indipendente ed autonoma nelle azioni e nel pensiero, al punto di aderire, si pensa, a correnti politiche avverse all’imperatore. Fu questo, probabilmente, e non l’accusa di adulterio, ad essere la vera causa del suo esilio nella piccola isola di Ventotene, dove fu relegata a 37 anni. Solo 5 anni dopo, anche su pressione del popolo di Roma, che sempre l’aveva amata, l’esilio fu mitigato e Giulia potè spostarsi sulla terraferma, a Reggio Calabria, dove mori [F. Boldrighini].

Video Mario Cristofaro, Voce Giulia Galassi.
Giulia recita brani della poesia “Io, figlia di Augusto” di Josè Minervini da “Le donne di Augusto“ di Marisa Ranieri Panetta, Electa, Milano 2014

Gratuito

Qualunque pubblico

Offerta digitale - Tour virtuali

La casa di Livia, una matrona al potere
Sappiamo dagli scavi condotti sul colle Palatino che le residenze di Augusto sul colle Palatino non si limitavano alla cosiddetta “casa di Augusto” ma si estendevano ad altri edifici, ad essa collegati. Uno di questi fu la “casa di Livia”, della cui proprietà siamo certi grazie al rinvenimento di una “fistula aquaria”, una conduttura dell’acqua con iscritto appunto il nome di Livia, terza moglie di Augusto, che visse accanto a lui per oltre 50 anni.
Di nobile famiglia, affascinante ed intelligente, Livia, a differenza e forse anche in contrapposizione con Giulia, la figlia di Augusto, volle sempre incarnare agli occhi del mondo tutte le virtù della matrona romana: dignitosa, parsimoniosa, dedita alla casa. La sua influenza sul marito, che l’amò e la rispettò sempre molto, fu tuttavia notevole anche dal punto di vista politico. Le fonti narrano di come abbia organizzato per mezzo secolo la successione alla guida dell’Impero di suo figlio Tiberio, nato dal suo primo matrimonio, i cui rivali morirono tutti, sistematicamente, in giovane età. Non sapremo mai se Livia abbia davvero avuto un ruolo, come una parte degli storici antichi sembra suggerire, in queste morti precoci. Ci restano di lei questi ambienti dipinti con raffinatezza, in cui nel video allegato abbiamo voluto far risuonare la sua voce [F. Boldrighini].

Video Mario Cristofaro, Voce Giulia Galassi.
Brano tratto da “Il giardino di Livia“ di Josè Minervini da “Le donne di Augusto“ di Marisa Ranieri Panetta, Electa, Milano 2014

Gratuito

Qualunque pubblico

Lazio, Roma, Roma

Direzione Generale Antichità Belle Arti e Paesaggio, Servizio II - Scavi e tutela del patrimonio archeologico

Via di San Michele, 22
00153 Roma

https://www.dgabap.beniculturali.it/servizi/servizio-ii/

Il Servizio II della DG ABAP coordina sul territorio nazionale le attività di tutela del patrimonio archeologico, con particolare riguardo alle attività di scavo, inventariazione e catalogazione, svolte dalle strutture periferiche del MiBACT e ne raccoglie la documentazione scientifica.

Quest'anno, nell'impossibilità di organizzare eventi in presenza a causa dell'emergenza sanitaria, il Servizio II rende fruibile su questa piattaforma il documentario “Il tesoro della casa del Menandro“, realizzato dall'Istituto Poligrafico dello Stato, curato da Serafina Pennestrì, con la partecipazione di Massimo Osanna, Grete Stefani e Antonio Varone.
Il video, rivisto e alleggerito, viene presentato in due parti per una migliore fruizione in rete.

Offerta digitale - Tour virtuali

Documentario “Il tesoro della Casa del Menandro. Cronaca di una scoperta“ *
A quattro anni dalla sua presentazione al Mann, il documentario dedicato alla scoperta nel 1930 nella Casa del Menandro a Pompei del “tesoro” di argenterie, gioielli e monete viene riproposto in occasione delle Giornate Europee dell'Archeologia. Lo scavo, la tutela e la valorizzazione del patrimonio archeologico rappresentano il percorso di conoscenza “integrato” che unirà indissolubilmente il luogo della scoperta e del suo contesto originario a quello della sua conservazione e protezione, nella sede museale del Mann.
In una fase ancora legata alla fruizione “contingentata” dei luoghi della cultura il documentario permette agli spettatori un viaggio virtuale, oltrepassando i percorsi guidati a Pompei e a Napoli e offrendo una percezione “tattile” degli oggetti esposti in museo.
Serafina Pennestrì

*In ricordo di Paolo Ferri

Gratuito

Qualunque pubblico

Offerta digitale - Tour virtuali

Documentario “Il tesoro della Casa del Menandro. Cronaca di una scoperta“

Gratuito

Qualunque pubblico

Lazio, Roma, Roma

Parco Archeologico dell'Appia Antica

Piazza delle Finanze, 1

http://www.parcoarcheologicoappiaantica.it

Il Parco Archeologico dell’Appia Antica si sviluppa dal centro di Roma fino ai Castelli romani, abbracciando un ampio territorio a protezione di un tratto della via Appia Antica, con grandiosi monumenti ai suoi lati come il mausoleo di Cecilia Metella o l'immensa villa appartenuta ai fratelli Quintili. Il Parco comprende inoltre un’altra importante strada romana che portava anch’essa a Capua, la via Latina, che al III miglio preserva sepolcri riccamente decorati con affreschi e stucchi. Più avanti la strada era costeggiata dalle imponenti arcate degli acquedotti romani e tra i V e il VI miglio si trovava l’estesa Villa dei Sette Bassi. Nei pressi è infine l’Antiquarium di Lucrezia Romana, piccolo ma ricco di tesori rinvenuti nel territorio.

Offerta digitale - Giochi

Giochiamo con l'Archeologia nel Parco dell'Appia Antica
Mettetevi alla prova venerdì 19, sabato 20 e domenica 21 con gli archeo-puzzle proposti dal Servizio Educativo del Parco! Buon divertimento!

Gratuito

Domenica 21 giugno de 09:00 à 20:00 Sabato 20 giugno de 09:00 à 20:00 Venerdì 19 giugno de 09:00 à 20:00

Bambini, Adulti, Qualunque pubblico

Offerta digitale - In diretta

Da Roma a Venusia: appunti di viaggio lungo la Regina viarum
Il direttore del Parco Archeologico dell'Appia Antica, arch. Simone Quilici, interverrà come relatore nel corso della diretta facebook domenica 21 giugno alle 11.00 per parlare della via Appia Antica.
Introducono Marianna Iovanni (Sindaca di Venosa), Luca Bergamo (Vicesindaco di Roma Capitale) e Francesco Canestrini (Soprintendente ABAP Basilicata). Relatori Sabrina Mutino (Funzionario Archeologo SABAP Basilicata, Maria Luisa Marchi (Università di Foggia).
Domenica 21 giugno de 11:00 à 13:00

Qualunque pubblico

Lazio, Roma, Palombara Sabina

Palombara Sabina

snc Via di Franco Pompili 00018 Palombara Sabina

https://www.facebook.com/INSIEMESDT/

Un viaggio alla scoperta del territorio di Palombara Sabina (Rm), tra castelli e castra, abbazie, conventi e rovine immerse nel verde.

A journey to discover the territory of Palombara Sabina (Rm), between castles and castra, abbeys, convents and ruins surrounded by greenery.

Offerta digitale - Video e podcast online

Benvenuti a Palombara Sabina/ Welcome to Palombara Sabina!
Breve presentazione dell'associazione INSIEME e della ricchezza del territorio di Palombara Sabina attraverso un video con audio dove si potrà ammirare la cittadina dall'alto. Seguirà una scaletta del programma che si svolgerà durante le giornate del 20 e 21 giugno 2020

Brief presentation of the association TOGETHER and the wealth of the territory of Palombara Sabina through a video with audio where you can admire the town from above. A schedule of the program that will take place during the 20 and 21 june 2020.

Gratuito

Sabato 20 giugno de 11:00 à 11:05

Famiglie, Adulti, Scuole

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle, Disabilità visiva, Disabilità uditiva

Disabilità visiva: audio in italiano e inglese
Disabilità uditiva: sottotitoli in italiano e inglese

Visual impairment: italian/english audio
Hearing impairment: Italian/ English subtitles

Offerta digitale - Tour virtuali

Visita guidata al Castello Savelli/ Guider tour to Savelli castle
Seguici alla scoperta della storia millenaria dell'imponente Castello Savelli!

Follow us to discover the millennial history of the imposing Savelli Castle!

Gratuito

Sabato 20 giugno de 11:15 à 11:23

Famiglie, Adulti, Scuole

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle, Disabilità visiva, Disabilità uditiva

Disabilità visiva: audio in italiano
Disabilità uditiva: sottotitoli in inglese

Visual impairment: audio in Italian
Hearing impairment: English subtitles

Offerta digitale - Video e podcast online

I luoghi di culto nella natura di Palombara Sabina/ The places of worship in the nature of Palombara Sabina
Accompagnati da una dolce melodia ci immergeremo nell'atmosfera sacra degli splendidi luoghi di culto custoditi dalla natura che circonda Palombara Sabina: scopriremo L'Abbazia di San Giovanni in Argentella, Il convento di San Francesco e Il convento di San Nicola.

Accompanied by a sweet melody we will immerse ourselves in the sacred atmosphere of the splendid places of worship preserved by the nature that surrounds Palombara Sabina: we will discover the Abbey of San Giovanni in Argentella, the convent of San Francesco and the convent of San Nicola.

Gratuito

Sabato 20 giugno de 11:30 à 11:38

Famiglie, Adulti, Scuole

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle, Disabilità uditiva

Disabilità uditiva: testo in italiano e inglese
Hearing impairment: italian and English text

Offerta digitale - Tour virtuali

Viaggio alla scoperta del territorio di Palombara Sabina/ Discovering our territory with our Google Map Tour
Attraverso un tour realizzato con Google Maps potrete localizzare tutti i siti che vi abbiamo illustrato in questi due giorni e tanti altri magnifici luoghi da scoprire! Vi auguriamo buon viaggio e speriamo di vedervi presto nella nostra Palombara!

Through a tour made with Google Maps you can locate all the sites that we have illustrated in these two days and many other magnificent places to discover! We wish you a pleasant journey and hope to see you soon in our Palombara!

Gratuito

Domenica 21 giugno de 11:45 à 12:00 Sabato 20 giugno de 11:45 à 12:00

Famiglie, Adulti, Scuole

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle, Disabilità uditiva

Disabilità uditiva: testo in italiano e inglese
Hearing impairment: italian and English text

Offerta digitale - Video e podcast online

In volo alla scoperta di Castiglione/ Castiglione hang gliding top view
Mentre sorvoliamo in deltaplano i resti del medievale Castrum Castillonis, vi raccontiamo la sua antica storia. Scoprila con noi!

As we glide over the remains of the medieval Castrum Castillonis, we tell you its ancient history. Discover it with us!

Gratuito

Domenica 21 giugno de 11:00 à 11:03

Famiglie, Adulti, Scuole

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle, Disabilità visiva, Disabilità uditiva

Disabilità visiva: audio in italiano
Disabilità uditiva: sottotitoli in inglese

Visual impairment: audio in Italian
Hearing impairment: English subtitles

Offerta digitale - Video e podcast online

In volo alla scoperta di Stazzano Vecchio/ Old Stazzano hang gliding top view
Mentre sorvoliamo in deltaplano i resti del paese abbandonato di Stazzano Vecchio, vi raccontiamo la sua antica storia. Scoprila con noi!

As we glide over the remains of Stazzano Vecchio village, we tell you its ancient history. Discover it with us!

Gratuito

Domenica 21 giugno de 11:15 à 11:17

Famiglie, Adulti, Scuole

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle, Disabilità visiva, Disabilità uditiva

Disabilità visiva: audio in italiano
Disabilità uditiva: sottotitoli in inglese

Visual impairment: audio in Italian
Hearing impairment: English subtitles

Offerta digitale - Video e podcast online

In volo alla scoperta della Torre della Fiora/The Fiora tower hang gliding top view
Mentre sorvoliamo in deltaplano i resti della Torre della Fiora, vi raccontiamo la sua antica storia. Scoprila con noi!

As we glide over the remains of the Fiora Tower, we tell you its ancient history. Discover it with us!

Gratuito

Domenica 21 giugno de 11:30 à 11:32

Famiglie, Adulti, Scuole

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle, Disabilità visiva, Disabilità uditiva

Disabilità visiva: audio in italiano
Disabilità uditiva: sottotitoli in inglese

Visual impairment: audio in Italian
Hearing impairment: English subtitles

Lazio, Roma, Monte Porzio Catone

Parco Archeologico Culturale di Tuscolo

Strada Provinciale 73b

www.tuscoloparcoarcheologicoculturale.it

Il Parco Archeologico Culturale di Tuscolo, situato a pochi km da Roma, è il cuore storico e culturale dei Castelli Romani, dove natura, storia e archeologia si fondono in uno scenario unico.

Nell’area si conservano i resti dell’antica città latina di Tusculum, fondata secondo la leggenda da Telegono, mitico figlio di Ulisse e della Maga Circe. Le tracce archeologiche di diverse epoche storiche testimoniano le vicende dell’importante città latina, dalla sua origine preromana fino alla distruzione nel 1191.

Un percorso visita si snoda oggi lungo i resti degli edifici dell’antico foro fino a raggiungere il teatro romano, certamente il monumento più emblematico ed identitario dell’area archeologica.

Spettacolo

Archeologia in musica
Uno speciale momento di approfondimento dedicato al monumento più conosciuto di Tuscolo: il teatro romano.
Costruito nella prima metà del I sec a.C., nel periodo di massima fioritura della città arrivo ad ospitare anche 2000 spettatori. La dott.ssa Emanuela Pettinelli racconterà le caratteristiche architettoniche e le trasformazioni nel tempo dell'importante monumento e la sua relazione urbanistica con l'adiacente complesso forense.

A seguire, in concomitanza con la Festa Europea della Musica, il concerto di chitarra classica del M. Andrea De Vitis.

5.00 €

Domenica 21 giugno de 18 à 19:30 (ingresso fino ad esaurimento posti)

Qualunque pubblico

Lazio, Roma, Roma

Museo Nazionale Romano

Via S. Apollinare 8, 00165 Roma

www.museonazionaleromano.beniculturali.it

Attività didattiche e giochi online

Offerta digitale - Giochi

Crea i tuoi colori
Attività manuale che descrive come realizzare un pigmento naturale a partire dai petali dei fiori.

Gratuito

Domenica 21 giugno de 09:00 à 00:00

Qualunque pubblico

Scuole :

Scuole dell’infanzia, Elementari, Medie, Superiori

Offerta digitale - Giochi

Quiz: riconosci le divinità
Associare le immagini delle divinità presenti nelle collezioni del Museo Nazionale Romano al proprio nome

Gratuito

Venerdì 19 giugno de 09:00 à 17:00

Qualunque pubblico

Scuole :

Scuole dell’infanzia, Elementari, Medie, Superiori

Riconoscimento delle divinità nell'antica Roma

Offerta digitale - Altri

Felix topiarius
Racconto del giardiniere Felix propedeutico all'attività del giorno 21

Gratuito

Sabato 20 giugno de 09:00 à 00:00

Qualunque pubblico

Scuole :

Scuole dell’infanzia, Elementari, Medie, Superiori

Lazio, Roma, Roma

Soprintendenza Speciale Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Roma.

piazza dei Cinquecento, 67 - 00185 Roma

https://www.soprintendenzaspecialeroma.it/

La Soprintendenza Speciale Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Roma, diretta dal Soprintendente Daniela Porro, aderisce alle Giornate Europee dell’Archeologia proponendo approfondimenti, visite virtuali, contenuti digitali e giochi culturali. Al centro dell’attenzione l’archeologia preventiva con un focus dedicato alle attività di ricerca più recenti, ma anche un percorso attraverso il patrimonio unico della città di Roma che spazia dal giacimento pleistocenico della Polledrara di Cecanibbio alle Terme di Caracalla, passando per monumenti e aree archeologiche come Santa Croce in Gerusalemme e la Piramide di Caio Cestio. Non mancherà uno sguardo al passato con una storia a puntate su Rodolfo Lanciani, studioso di inizio Novecento a cui è dedicato il “Ritratto d’archeologo“

Offerta digitale - Video e podcast online

Thermas eximias: visita virtuale alle Terme di Caracalla
“Tra le opere pubbliche che egli lasciò a Roma, vi furono le magnifiche Terme che portano il suo nome, la cui sala per i bagni caldi è costruita, secondo gli architetti, con una tecnica che non si può riprodurre con nessun tipo di imitazione”. Così nella Historia Augusta si descrivono le magnifiche Terme di Caracalla. Con le sue maestose architetture capaci di sfidare il tempo e la storia il complesso monumentale è oggi un’area archeologica tra le più interessanti della città di Roma. La visita virtuale è un’opportunità per conoscere meglio le Terme di Caracalla accompagnati dalla voce narrante del direttore del sito Marina Piranomonte. Dal 13 giugno l’area archeologica è tornata ad essere aperta al pubblico dal giovedì alla domenica con orario dalle 9.00 alle 19.15 (ultimo ingresso alle 18.30)

Gratuito

Venerdì 19 giugno de 10:30 à 10:37

Qualunque pubblico

Offerta digitale - Video e podcast online

Nelle stanze private di Livia
Immaginate di poter entrare nelle stanze private di un imperatore e della sua amata moglie: quella soglia immaginaria si può varcare a Villa di Livia. Siamo a Prima Porta sulla via Flaminia in un’oasi immersa nella natura e attraverso il video-racconto del sito sarà possibile visitare a distanza la dimora di Livia.

Gratuito

Sabato 20 giugno de 10:30 à 10:40

Qualunque pubblico

Offerta digitale - Video e podcast online

La resilienza dei monumenti: la Piramide di Caio Cestio
Con le sue pareti di marmo bianco di Carrara è entrata nell'immaginario collettivo: la Piramide di Caio Cestio, monumento funebre ispirato alla moda egizia, è la muta testimone, come scrive la direttrice del sito Marina Piranomonte, di due millenni di storia che non è stata risparmiata neanche dalla seconda Guerra Mondiale e dai tragici fatti di Porta San Paolo del settembre 1943. Sulla sua superficie di marmo sono ancora visibili molti colpi di arma da fuoco come ci racconta questo suggestivo video.

Gratuito

Domenica 21 giugno de 10:30 à 10:40

Qualunque pubblico

Offerta digitale - Altri

Ritratto d’archeologo
In occasione delle Giornate Europee dell’Archeologia il Servizio Educativo della Soprintendenza inaugura la rubrica “Ritratto di Archeologo” con tre puntate su Rodolfo Lanciani, figura di riferimento per la tutela archeologica tra il XIX e il XX secolo, grazie alla sua intensa attività negli scavi della Capitale del neonato Regno di Italia.

Gratuito

Domenica 21 giugno de 16:00 à 16:05 (sulla pagina Facebook della Soprintendenza)Sabato 20 giugno de 16:00 à 16:05 (sulla pagina Facebook della Soprintendenza)Venerdì 19 giugno de 16:00 à 16:05 (sulla pagina Facebook della Soprintendenza)

Qualunque pubblico

Scuole :

Medie, Superiori

Offerta digitale - Video e podcast online

Archeologia preventiva, dentro il cantiere
Tutela, ricerca, studio: sono le parole chiave dell’archeologia preventiva che in una città come Roma riserva sempre eccezionali novità in termini di scoperte. Il video racconto testimonia l’attività degli archeologi della Soprintendenza Speciale di Roma e consentirà di entrare insieme allo staff dei professionisti dentro il cantiere e vedere per la prima volta lo straordinario impegno nell'ambito della tutela e della ricerca.

Gratuito

Domenica 21 giugno de 12:00 à 12:15 (Sul canale YouTube della Soprintendenza)

Qualunque pubblico

Offerta digitale - Scarica le risorse

La Basilica sotterranea di Porta Maggiore, archeologia da scoprire
La Basilica sotterranea di Porta Maggiore rappresenta il più antico esempio di pianta basilicale rivenuto a Roma. Si compone di un corridoio, di un vestibolo e di una sala principale a tre navate con abside centrale. L’ambiente principale è rettangolare e suddiviso da sei pilastri in tre navate coperte con volte a botte. La navata centrale, più ampia rispetto alle navate laterali, presenta sul fondo un’abside semicircolare. I pavimenti sono a mosaico in bianco e nero, mentre le pareti e le volte presentano stucchi figurati. L’edificio che risale all'inizio del I secolo d.C. si trovava in un’area suburbana, all'interno dei cosiddetti Horti Tauriani di proprietà della gens Statilia. Un approfondimento virtuale sarà l’occasione per conoscere meglio la storia del monumento

Gratuito

Domenica 21 giugno de 08:00 à 23:59 Sabato 20 giugno de 08:00 à 23:59 Venerdì 19 giugno de 08:00 à 23:59

Qualunque pubblico

Offerta digitale - Video e podcast online

L'area archeologica di Santa Croce in Gerusalemme
L’area archeologica è un complesso di grande suggestione e oggetto di recenti interventi di scavo e di restauro. Il sito, fin da epoca augustea, si caratterizzava come un quartiere di grandi dimore private. Nel corso del III secolo d.C. fu scelta dagli imperatori Severi (Settimio Severo, Caracalla, Elagabalo) per edificarvi una lussuosa residenza, distinta dalla sede ufficiale del Palatino. Il complesso era articolato in vari nuclei monumentali (villa, anfiteatro, circo, ninfei) all'interno di un vasto parco. Con Costantino il complesso, notevolmente modificato, continuò a funzionare come residenza imperiale con il nome di Palazzo Sessoriano, poi lasciato alla madre Elena. Grazie a un filmato e ad un approfondimento testuale sarà possibile conoscere meglio la storia dell’area archeologica.

Gratuito

Domenica 21 giugno de 18:30 à 18:40 (Sul canale YouTube della Soprintendenza)

Qualunque pubblico

Offerta digitale - Giochi

Il Museo Palentologico La Polledrara di Cecanibbio e il paleo-cruciverba
Il giacimento paleontologico conosciuto come La Polledrara di Cecanibbio racconta ai suoi visitatori una storia antica più di 300.000 anni.
Esattamente nel luogo dove furono individuate, la struttura accoglie e protegge alcune migliaia di resti di fauna, associati a strumenti in selce e osso. I resti faunistici sono riferibili essenzialmente a grandi mammiferi, con prevalenza di elefante antico (Palaeoloxodon antiquus), bue primigenio (Bos primigenius) e cervo elafo (Cervus elaphus), più rari il bufalo d’acqua europeo, il rinoceronte, la lepre.
Il Museo Paleontologico sarà presto riaperto al pubblico ma sabato 20 e domenica 21 giugno vi aspettiamo per una visita virtuale e magari potreste cimentarvi con il nostro paleo-cruciverba.

Gratuito

Sabato 20 giugno de 17:00 à 17:15 (Sul canale YouTube della Soprintendenza)

Qualunque pubblico

Lazio, Roma, Nemi

Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio RM-MET

Via Cavalletti, 2

sabap-rm-met.beniculturali.it

La Soprintendenza ha la funzione di tutelare, valorizzare e promuovere il patrimonio culturale e paesaggistico dell'area metropolitana di Roma, della provincia di Viterbo e dell'Etruria meridionale.
Quest'anno, nell'impossibilità di organizzare eventi in presenza a causa dell'emergenza sanitaria, la Soprintendenza condivide l'offerta digitale rappresentata da un video dedicato al Santuario di Diana, uno dei luoghi di culto più antichi e noti dell’antichità. Oggetto di numerosi interventi di restauro condotti dalla Soprintendenza nel corso del tempo, anche in collaborazione con Università italiane e straniere, il Santuario è situato in uno scenario di paesaggio rimasto intatto nonostante la sua vicinanza a Roma ed evoca ancora il fascino legato alla dea che vi era venerata.

Offerta digitale - Video e podcast online

Nemi
Al fine di favorirne la valorizzazione insieme al recupero dell’antico casale, destinato a Centro di visita, l’Amministrazione comunale, insieme alla Soprintendenza, ha predisposto un progetto, affidato agli architetti Laura Romagnoli e Guido Batocchioni, per l’apertura al pubblico e la fruizione dell’area del Tempio di Diana per la visita e la comprensione delle importantissime testimonianze archeologiche.
L'obiettivo principale è quello di realizzare una meta privilegiata per il turismo lacustre, connessa con l’area adiacente dove sono conservati gli imponenti resti del Santuario, per la formazione di un itinerario archeologico di grande rilievo da estendere successivamente a tutto l’invaso del Lago.

Gratuito

Qualunque pubblico

Lazio, Viterbo, Tuscania

Tuscania

3 Via Giuseppe Cerasa 01017 Tuscania (Vt)

https://www.facebook.com/gruppoarcheologicotuscania/

Visite virtuali alle aree archeologiche e ai monumenti storico-artistici di Tuscania e del territorio. Una serie di 7 video che narrano le vicende storiche della città dall'antichità al medioevo e percorrono i principali siti archeologici del territorio condurranno i visitatori in un viaggio digitale attraverso le bellezze di questa città dell'Italia centrale. I video saranno caricati nei tre giorni dell'evento sulla pagina facebook e sul canale youtube dell'associazione. La manifestazione si svolgerà in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l'Area Metropolitana di Roma, la Provincia di Viterbo e l'Etruria Meridionale e il Comune di Tuscania.

Offerta digitale - Video e podcast online

Lungo il cammino della Storia: Dove fiorì la civiltà etrusca
Video che racconta le prime fasi storiche della città di Tuscania e l'epoca etrusca.

Gratuito

Venerdì 19 giugno de 08:00 à 08:05

Qualunque pubblico

Offerta digitale - Video e podcast online

Lungo il cammino della Storia: La dominazione romana
Video che racconta la fase della dominazione romana di Tuscania.

Gratuito

Venerdì 19 giugno de 12:00 à 12:05

Qualunque pubblico

Offerta digitale - Video e podcast online

Lungo il cammino della Storia: Tuscania medievale
Video che racconta le vicende storiche del Medioevo di Tuscania.

Gratuito

Venerdì 19 giugno de 20:00 à 20:05

Qualunque pubblico

Offerta digitale - Video e podcast online

Il patrimonio archeologico e monumentale: Le necropoli tuscanesi e il Colle di San Pietro
Visita virtuale alle aree archeologiche etrusco-romane di Tuscania.

Gratuito

Sabato 20 giugno de 08:00 à 08:05

Qualunque pubblico

Offerta digitale - Video e podcast online

Il patrimonio archeologico e monumentale: La Necropoli della Peschiera
Visita virtuale della Necropoli etrusca della Peschiera.

Gratuito

Sabato 20 giugno de 12:00 à 12:05

Qualunque pubblico

Offerta digitale - Video e podcast online

Il patrimonio archeologico e monumentale: Tuscania, gioiello medievale
Visita virtuale al patrimonio storico-artistico della Tuscania medievale, tra il centro storico e il territorio.

Gratuito

Sabato 20 giugno de 20:00 à 20:05

Qualunque pubblico

Offerta digitale - Video e podcast online

L'associazione: Il Gruppo Archeologico Città di Tuscania
Video sulle attività e i progetti dell'associazione di volontariato Gruppo Archeologico Città di Tuscania.

Gratuito

Domenica 21 giugno de 12:00 à 12:05

Qualunque pubblico

Lazio, Viterbo, Tuscania

Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio RM-MET

Via Cavalletti, 2 - 00186 Roma

sabap-rm-met.beniculturali.it

La Soprintendenza ha la funzione di tutelare, valorizzare e promuovere il patrimonio culturale e paesaggistico dell'area metropolitana di Roma, della provincia di Viterbo e dell'Etruria meridionale.
Quest'anno, nell'impossibilità di organizzare eventi in presenza a causa dell'emergenza sanitaria, la Soprintendenza condivide la serie di 7 video, realizzati in collaborazione con il Gruppo Archeologico Tuscania e il Comune di Tuscania, che narrano le vicende storiche della città dall'antichità al medioevo e, attraverso i principali siti archeologici del territorio, condurranno i visitatori in un viaggio digitale attraverso le bellezze di questa città dell'Italia centrale. I video saranno caricati nei tre giorni dell'evento sulla pagina facebook e sul canale youtube dell'associazione

Offerta digitale - Video e podcast online

Tuscania
Visite virtuali alle aree archeologiche e ai monumenti storico-artistici di Tuscania e del territorio.
I primi tre video sono dedicati al tema “Lungo il cammino della Storia“ (Dove fiorì la civiltà etrusca, La dominazione romana, Tuscania medievale), altri tre al tema “Il patrimonio archeologico e monumentale“ (Le necropoli tuscanesi e il Colle di San Pietro, la Necropoli della Peschiera e Tuscania, gioiello medievale) e l'ultimo all'Associazione di volontariato del Gruppo Archeologico di Tuscania

Gratuito

Qualunque pubblico