Liguria, Imperia, Riva Ligure

Area Archeologica di Capo Don - Costa Balenae | Associazione Nazionale Archeologi

Offerta digitale - Video e podcast online

1 Strada Casai 18015 Riva Ligure

aggiungere

Gli scavi dell'area archeologica di Capo Don a Costa Balenae riguardano un contesto pluristratificato con testimonianze che vanno dall'Età del Ferro al basso medioevo.
Su un approdo protostorico alla foce del Torrente Argentina (antico "Flumen Tabia") dopo la conquista della Liguria da parte dei Romani, si realizza una villa per gestire il traffico delle merci, connesso alla viabilità terrestre, con annessa "statio" (nome antico: Costa Balenae). La villa subisce un progressivo abbandono durante il IV secolo, e si ipotizza un insediamento di tipo villaggiale in sostituzione. Nella prima metà del VI secolo si realizza una grandiosa basilica paleocristiana su impulso del vescovo di Albenga, legata anche alla presenza di una vicina guarnigione bizantina (Campo Marzio).

Offerta digitale - Video e podcast online

Offerta digitale - Video e podcast online

Alle origini del cristianesimo nella Liguria di Ponente : La basilica paleocristiana di Capo Don a Costa Balenae

Un breve video che racconta la storia del sito di Costa Balenae e la nascita della prima basilica paleocristiana del ponente ligure, la cui storia e i cui reperti sono raccontati al piccolo spazio espositivo "SEM" a Riva Ligure.

Gratuito

Qualunque pubblico

Scuole :

Elementari, Medie, Superiori

Contatto stampa :

Oriana Cerbone

ufficiostampa@archeologi.org

+39 3398448384

  • Basilica di Capo Don - Foto da drone

Mappa di accesso

7.87935 43.83883