Lazio, Roma, Roma

Istituto Centrale per l'Archeologia | MiBACT

Offerta digitale - Tour virtuali
Offerta digitale - Video e podcast online

L’Istituto Centrale per l’Archeologia (ICA) è stato istituito nel 2016 con funzioni in materia di studio e di ricerca nel settore dell’archeologia. Tra le sue attività ricopre un ruolo centrale la creazione di un sistema unico nazionale per la pubblicazione in rete dei dati relativi alla ricerca archeologica in Italia, svolta in sinergia con gli altri uffici del MiBACT, Università e altri Istituti di ricerca italiani e stranieri, con la finalità di promuoverne la conservazione anche in formato digitale e di favorirne l’accessibilità sul web.
L'ICA promuove e supporta a livello internazionale il ruolo dell’archeologia italiana.

Nell'impossibilità di organizzare eventi in presenza l'Istituto condividerà su questa piattaforma contenuti digitali relativi a progetti e attività in corso.

Offerta digitale - Tour virtuali

Offerta digitale - Tour virtuali

Scavi e ricerche a Elaiussa Sebaste

L’ICA svolge un ruolo di supporto tecnico-scientifico alle missioni archeologiche italiane all’estero, definendo linee guida e standard di documentazione volti a garantire livelli minimi di interoperabilità e accessibilità nei sistemi digitali di archiviazione e gestione dei dati. In quest’ottica, lo scavo della "Sapienza” Università di Roma sul sito di Elaiussa Sebaste, importante centro portuale della Cilicia Aspera in età romana e poi della provincia d’Isauria in età protobizantina, inaugurato nel 1995 e ancora in corso, con cui l'ICA ha attivato una collaborazione, rappresenta un interessante contesto pilota per restituire informazioni in tal senso.
Nel video proposto, la professoressa Annalisa Polosa, direttore della missione archeologica dal 2015 al 2019 e il dottor Massimo Braini, responsabile della documentazione topografica, ci presentano il sito commentandone le immagini più significative.

Gratuito

Qualunque pubblico

Offerta digitale - Video e podcast online

Offerta digitale - Video e podcast online

Progetto Europeo DiveSafe

Il progetto DiveSafe (https://divesafe.eu/) è dedicato all'integrazione di tecnologie, attrezzature e applicazioni per le immersioni in una soluzione completa che consente di effettuare missioni scientifiche e professionali più efficienti e sicure.
I siti subacquei sono ovviamente di difficile accesso e più pericolosi rispetto alla terraferma.
Ingegneri, archeologi, architetti e tecnici subacquei stanno lavorando insieme per integrare le tecnologie SoTA, al fine di fornire al mercato subacqueo (principalmente professionale/scientifico e secondariamente ricreativo) un prodotto innovativo che permetterà ai subacquei di condurre in modo sicuro ed efficiente indagini subacquee per svolgere compiti legati allo studio del patrimonio culturale e ambientale subacqueo. Il censimento visivo della documentazione fotografica e fotogrammetrica, l'esplorazione di aree sconosciute, la ricerca e il recupero, la visita turistica di ampi siti subacquei possono essere effettuati in modo più sicuro grazie al sistema Divesafe.
Il sistema DiveSafe sarà testato nei seguenti siti archeologici e naturalistici sommersi: Area Marina Protetta "Capo Rizzuto” (Italia), Fournoi – Agios Minas channel in Grecia e Caesarea Maritima e Achziv, Shiqmona in Israele.


Gratuito

Qualunque pubblico

Offerta digitale - Video e podcast online

Offerta digitale - Video e podcast online

La scoperta dei pregiati mobili in legno e avorio della Villa dei Papiri di Ercolano nel racconto di Maria Paola Guidobaldi

Gratuito

Qualunque pubblico

Offerta digitale - Video e podcast online

Offerta digitale - Video e podcast online

Il restauro dei mosaici del Dominus Flevit

Il video è stato realizzato nell’ambito del progetto scientifico internazionale "Tutela, studio e valorizzazione di un patrimonio museale”, del quale è responsabile la prof.ssa Fulvia Ciliberto, docente di Archeologia e storia dell’Arte Greca e Romana dell’Università degli Studi del Molise. Il suo scopo primo è il censimento, la schedatura informatica e la riproduzione digitale dei Beni Archeologici della Custodia di Terra Santa, con l’intento di documentare, conservare e valorizzare in modo adeguato l’inestimabile patrimonio archeologico della Custodia. L’iniziativa aderisce e si affianca al progetto "Conservazione e Valorizzazione del Patrimonio Culturale della Custodia della Terra Santa”, promosso dalla Custodia in collaborazione con l’"Associazione di Terra Santa – ATS pro Terra Santa”. A partire dal 2013 il progetto è cofinanziato dal Dipartimento di Scienze Umanistiche, Sociali e della Formazione dell’Università del Molise e dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI, Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese, Ufficio VI - Missioni archeologiche, antropologiche, etnologiche).
I frutti di questo lavoro non si sono certo fatti attendere ed hanno permesso di avviare tutta una serie di attività di restauro, di aggiornamento scientifico e di studio.
È stato ad esempio possibile restituire con esattezza al loro originario contesto, nel tempo perdutosi, un gruppo di lacerti in tessellato policromo, già murati sotto una della arcate del porticato del Convento della Flagellazione e risultati essere provenienti dal pavimento di una delle cappelle dell’antico santuario del Dominus Flevit, mezzacosta del Monte degli Ulivi, recuperati nel momento in cui si decise di costruire la piccola moderna cappella, tuttora visitabile.
Tale recupero ci fece pensare alla possibilità di poter restaurare i lacerti, in modo da poterli restituire, anche fisicamente al contesto originario. Per tale lavoro ci siamo avvalsi dei ragazzi palestinesi formati dal Mosaic Center di Gerico, diretto dall’Architetto Osama Hamdan, e seguiti da un restauratore esperto, individuato nel Dott. Alessandro Lugari della Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma; i lavori di restauro si sono così trasformati in un piccolo corso di aggiornamento professionale per i giovani professionisti locali.

Gratuito

Qualunque pubblico

Offerta digitale - Video e podcast online

Offerta digitale - Video e podcast online

Le ricerche della Scuola Archeologica di Atene - Seminari Online

La Scuola Archeologica Italiana di Atene ha inaugurato, nel mese di giugno 2020, il ciclo dei Seminari Online dedicati agli scavi e alle ricerche nei siti archeologici di Creta, Lemno, Tessaglia, Argolide, Megaride, in concessione alla SAIA dal Ministero della Cultura e dello Sport della Repubblica Greca e in collaborazione con le Eforie di Heraklion, Lesbo, Larissa e delle Antichità Subacquee e dell'Attica Occidentale.
L'ICA condivide con piacere il link ai Seminari.

Gratuito

Qualunque pubblico

Offerta digitale - Video e podcast online

Offerta digitale - Video e podcast online

LUPERCA

Condividiamo volentieri questo video realizzato durante il periodo di lock down per avvicinare i più piccoli alle origini leggendarie di Roma.
Testi di Óscar Martínez García, illustrazioni di María Angeles Víla; voce narrante Lorenzo Schneider, editing Federico Schneider.

Gratuito

Bambini, Qualunque pubblico, Scuole

Scuole :

Scuole dell’infanzia, Elementari

Contatto stampa :

Annalisa Falcone

annalisa.falcone@beniculturali.it

0667234604

  • Le funzioni dell'Istituto Centrale per l'Archeologia
    (Archivio ICA)
  • Il progetto Geoportale Nazionale per l'Archeologia
    (archivio ICA)
  • 9173_vignette_logo-ica-approvato.jpg

Mappa di accesso

12.475420951843262 41.885494232177734