Piemonte, Cuneo, Racconigi

Castello di Racconigi | Direzione regionale Musei Piemonte - MiBACT

Offerta digitale - Collezioni digitali

Da struttura fortificata in epoca medievale il castello di Racconigi fu trasformato in villa per lo svago alla metà del secolo XVII, dopo essere diventato proprietà del ramo cadetto dei Savoia-Carignano; il progetto fu sviluppato dall’architetto Guarino Guarini. Nella seconda metà del Settecento Giovanni Battista Borra studiò nuovi adeguamenti in stile neoclassico.
L’aspetto attuale è il risultato delle trasformazioni volute dal re Carlo Alberto di Savoia Carignano, che a partire dal 1832 ne fece la sede delle sue villeggiature estive. L’architetto Ernesto Melano progettò due nuove ali a est e a ovest, mentre Pelagio Palagi disegnò la decorazione degli interni.
Nel corso del Novecento nuovi ammodernamenti hanno interessato la dimora, che è stata frequentata dai membri di Casa Savoia.

Offerta digitale - Collezioni digitali

Offerta digitale - Collezioni digitali

Cratere a colonnette, metà del V sec. a.C.

Cratere a colonnette a figure rosse, metà del V sec. a.C.. Sul lato principale raffigura una scena in cui una coppia di satiri afferra alle spalle una menade, intenta a fuggire, mentre a sinistra, una seconda menade, assiste alla scena reggendo un grande kantharos sulla mano. Sul secondo lato è descritta una scena di conversazione con tre giovani uomini ammantati in un lungo himation. Il vaso fu donato nel 1930 dalla città di Agrigento per le nozze del principe di Piemonte con Maria Josè del Belgio.

Gratuito

Qualunque pubblico

Contatto stampa :

Maria D'Amuri

drm-pie.comunicazione@beniculturali.it

+39 0115641717

  • Gabinetto Etrusco
  • Cratere a colonnette, lato principale
  • Cratere a colonnette, secondo lato

Mappa di accesso

7.6755065 44.7681854